di Alessandro DE CAROLIS

Una Lazio da applausi che sbanca Torino battendo 1-3 la Juventus dell’ex Portanova. Partita iniziata non nel migliore dei modi per mister Bonatti che perde Rezzi per infortunio.




È una Lazio partita troppo timorosa e schiacciata a ridosso della propria area di rigore. Dopo qualche azione pericolosa dei bianconeri si fanno vivi i biancazzurri con Al Hassan al 29′. Dal calcio di punizione seguente arriva il gol del vantaggio di Baxevanos. Sul cross di Bari l’estremo difensore juventino esce a vuoto propiziando così la rete del vantaggio. Partita bellissima ora con le due squadre sempre pericolose lì davanti.




Al 41′ i padroni di casa pareggiano con Olivieri, ma al 43′ i ragazzi di mister Bonatti la ribaltano nuovamente con Bari. Finisce così la prima frazione che lascia spazio a una ripresa ancor più esaltante. È una partita molto nervosa da parte degli juventini con interventi a dir poco al limite dell’espulsione. Fa discutere la gestione dei cartellini da parte dell’arbitro Sozza.




Succede tutto negli ultimi quindici minuti. Al 73′ Caligara sbaglia il calcio di rigore assegnato per fallo su Portanova. Nel ribaltamento di fronte arriva al 74′ il tris della Lazio con Spizzichino. Un tiro-cross a ingannare Loria per il 3-1 Lazio. È il colpo del ko per la Juventus visti gli ultimi minuti a tinte biancazzurre. Arriva il triplice fischio finale, la Lazio vince e convince e si rilancia in classica. La banda di mister Bonatti è tornata a suonare.






LASCIA UN COMMENTO