di Alessandro DE CAROLIS

Dopo due giorni dal derby è già vigilia di campionato. Lazio attesa a Firenze in una trasferta insidiosa con tanti dubbi di formazione. Immobile non è al top dopo il derby, sarà in dubbio fino alla fine. Luis Alberto e Felipe Anderson sono sempre in ballottaggio, Milinkovic il più sicuro da titolare. In difesa Caceres al posto dello squalificato Radu, Luis Felipe certo del posto e Bastos pronto sul centrodestra se De Vrij venisse lasciato a riposo.




Un derby di reazione dopo l’Europa League:

“Per noi domenica sapevamo cosa rappresenta un derby nella nostra città e per i nostri tifosi. Non era facile reagire dopo giovedì. Abbiamo fatto un ottimo derby dove abbiamo messo tanta energia e tanto cuore. Nel primo tempo i ragazzi hanno dato tutto quello che potevano dare. Nel secondo tempo anche fino all’espulsione di Radu ma la squadra ha tenuto bene”.

 Non bisogna fare i calcoli per la Champions:

“Le tabelle non ne ho mai fatte perché non bisogna mai pensare alle sei partite. Bisogna pensare partita per partita. Ora tocca pensare alla partita contro la Fiorentina, squadra che ha preso un solo gol in sette partite. Veniva da cinque vittorie consecutive prima del pareggio contro la Spal. L’allenatore lo conosco bene ed è molto preparato”.




 Le condizioni fisiche di Immobile:

“Per quanto riguarda Immobile ha preso una brutta botta sul collo del piede. Stamane ha lavorato in acqua, abbia escluso lesioni. Valuteremo domani come va. Le energie mentali sono altrettanto importanti di quelle fisiche in questo finale di stagione. Patric è l’unico che non prenderà sicuramente parte alla partita”.

 Lulic:

“Lulic ha giocato partite ravvicinate, stamane si è allenato. Ha speso molto ma è si è sempre messo a disposizione. A disposizione ora ho anche Lukaku tornato in condizione e reduce da due prestazioni importanti come Salisburgo e Roma”.




 Luis Alberto e Felipe Anderson sempre in ballottaggio:

“Sono due giocatori di grandissima qualità. Hanno giocato insieme con Milinkovic solo a Udine, per il resto se giocassero loro domani insieme dovrei rinunciare a Sergej. Caceres è un giocatore generoso, si è allenato nel migliore dei modi e può essere che domani giochi dall’inizio”.

 Luiz Felipe alla ribalta:

“Io penso che grande merito è di Luiz Felipe. Sapevo delle sue qualità ma non sapevo che fosse già a questo punto. È un grande lavoratore e si sta meritando questo spazio. Wallace l’anno scorso ha giocato molto ed è un giocatore che stimo molto. Ma un grosso problema fisico l ha condizionato come Caceres e ancora non è in condizioni ottimali. Bastos è un giocatore che ha commesso qualche errore ma che si allena sempre al massimo e mi mette sempre in difficoltà per schierarlo. Eccetto Radu avrò tutti i difensori a disposizione”.




 La gestione dei tre tenori:

“Io penso che una squadra debba avere degli equilibri, poi in certi casi come a Udine può anche succedere di metterli in campo tutti insieme. La Juventus è un esempio ottimale in questo con un parco attaccanti così ampio e di qualità che si alterna in base alle partite e alle condizioni. Chi rimane fuori non vuol dire che non è importante. Le squadre importanti devono avere delle armi in più dalla partita per ribaltare partite decisive. Ma questo vale in ogni ruolo, un allenatore deve essere razionale e scegliere di volta in volta”.

 Le soluzioni senza Immobile:

“Io penso che se Immobile non fosse titolare ho Caicedo e Nani come soluzioni, due giocatori che si allenano sempre e danno il massimo. Il problema di Immobile è con i movimenti con il pallone e nel calciare in porta. Sono però abbastanza tranquillo”.



LASCIA UN COMMENTO

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.