Nel giorno del suo compleanno, Stefano Fiore è intervenuto sugli 88.100 di ElleRadio nella trasmissione Laziali On Air, condotta da Danilo Galdino e Fabio Belli:




Quali aspetti ti hanno colpito di più della Lazio di Simone Inzaghi?Innanzitutto la fase offensiva, non solo per i gol realizzati ma anche per come ha espresso il gioco d’attacco. Di contro i biancazzurri non hanno la miglior difesa ma riescono sempre a restare equilibrati, fatta eccezione per quei 5 minuti di follia a Salisburgo.




Da ex, come si può spiegare quello che è accaduto in Austria?Dall’esterno ho visto ciò che avete visto anche voi, a memoria non ho ricordi di questo tipo, da calciatore non mi è mai capitato di prendere 3 gol in 5 minuti, anche se so bene che in campo possono capitare momenti di sbandamento a volte anche inspiegabili. Capita di staccare la spina per un episodio e poi non si ha il tempo di porre rimedio a questa emorragia.




La reazione nel derby però è stata importante…Mi aspettavo una prestazione di questo tipo, perché la Lazio è una squadra forte e ha dimostrato di avere giocatori all’altezza anche nei momenti difficili. La risposta nel derby è stata positiva perché gli avversari arrivavano in un momento di grande entusiasmo: non è stata una partita spettacolare ma la Lazio ha tenuto botta e portato a casa un risultato positivo.




Chi la spunterà nella corsa alla Champions League?Difficile dirlo a questo punto di campionato, ci sono due posti per tre squadre col Milan che credo sia a questo punto staccato. Il calendario non ha una vera favorita anche se quello della Lazio è sensibilmente più complicato, forse le due partite col Liverpool potrebbero penalizzare la squadra di Di Francesco e rappresentare un piccolo vantaggio per Lazio e Inter.



LASCIA UN COMMENTO