di Alessandro DE CAROLIS

Un derby per riscattare un inizio di stagione deludente dei biancoazzurri. Una vittoria che manca da giugno 2015 nella stracittadina. La vera sorpresa nella Lazio è il ritorno di Tounkara, classe ’96, passato dalla prima squadra come fuori quota per dare una mano ai giovani aquilotti. Primo temo molto buono per i padroni di casa subito pericolosi al 5’ con un insidioso calcio d’angolo di capitan Miceli per la spizzata sul primo palo di Baxevanos. Nessun compagno riesce ad arrivare per concludere in rete. Al 12’ timida risposta della Roma con il tiro di Cappa ma la conclusione è troppo strozzata per impensierire Rus. Al 18’ ci riprovano i giallorossi con una ripartenza ma la conclusione di Riccardi è fuori misura. Al 23’ occasionissima per la Lazio, Tounkara protegge palla e serve Sarac in ottima posizione che conclude a fil di palo sciupando un’occasione colossale. Tounkara protagonista subito al 24’ recupera palla anticipando Romagnoli prima di calciare in porta. Ciavattini salva la Roma spazzando via sulla linea di porta un gol praticamente fatto. Al 29’ Rus mette una pezza e spazza col piede un pericoloso scambio tra Riccardi e Besuijen. Al 35’ Spizzichino riceve palla da Zitelli ma conclude troppo debolmente. Sarac si rende pericoloso al 37’ e non trova il gol sul cross di Spizzichino per questioni di centimetri. L’attaccante biancoceleste non è sembrato convinto di poter arrivare su quel pallone e soprattutto che la palla potesse arrivargli. Lazio che ci prova al 38’ con la conclusione da fuori area di Zitelli ma Romagnoli blocca a terra. Succede tutto al 39’: da un gol mangiato dalla Roma con il numero 10 Antonucci al gol del vantaggio di Bari. Un gol importantissimo che sblocca questo derby delicato, il 4 gol stagionale per il numero 7 biancoazzurro. Ancora protagonista Tounkara con il suo tiro dalla sinistra parato da Romagnoli su cui si avventa Bari per spedire in rete il pallone. Senza recupero finisce 1-0 il primo tempo. Nella ripresa inizia bene la Lazio al 52’ con Bari vicino al raddoppio e alla sua doppietta con una conclusione di potenza disinnescata da Romagnoli. Al 53’ viene assegnato un calcio di rigore alla Lazio per fallo del giallorosso Mura su Spizzichino. Dal dischetto va Tounkara che torna al gol dopo tre anni spiazzando Romagnoli. La Roma non ci sta e reagisce subito al 60’ accorciando le distanze con Riccardi. Giallorossi che aumentano il ritmo di gioco e il pressing per cercare il pareggio. Al 67’ Tounkara rovina il suo magnifico esordio facendosi espelle per un entrataccia su un avversario. Al 71’ proteste giallorosse per un calcio di rigore non dato ma Antonucci si è lasciato cadere in maniera molto vistosa. Al 72’ traversa della Roma con una botta di collo esterno di Nura. Anche Bari al 73’ stava per farla grossa rischiando il secondo giallo. Al 76’ sempre Nura prova la conclusione ma Rus la blocca in due tempi. Espulso anche Bonatti al 77’ per proteste. Il pressing e le occasioni create dai giallorossi vengono premiate al 81’ con il pareggio. Altro tiro molto bello del numero 2 giallorosso con palla che tocca la traversa e ritorna in campo. A sensazione la palla sembrava comunque aver passato la linea di porta. Finale da brivido per la Lazio: al 87’ Spizzichino salva il risultato su un pericolo contropiede della Roma, mentre al 88’ è Rus a salvare deviando sul palo la conclusione di Riccardi. Dopo tre minuti di recupero finisce il derby. Un 2-2 che lascia sia rimpianto (per il 2-0 del vantaggio) sia sollievo (per come s’erano messe le cose nella mezz’ora finale). La prima vittoria in un derby per mister Bonatti dovrà essere rimandata alla gara di ritorno.

LASCIA UN COMMENTO