Alessandro Murgia ha commentato il pareggio europeo dei biancazzurri ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky. Ecco le sue parole:

“La partita di questa sera che non dava nulla a livello di classifica ma noi siamo scesi in campo con la voglia di fare bene per dimostrare di poter fare parte di questa rosa. Ci aspettavamo il Vitesse con il 4-3-3 poi, invece, si è messa 4-2-3-1 e quindi mister Inzaghi ha deciso di scambiare le posizioni tra me e Luis Alberto, così ho iniziato ad agire da regista. È un’ulteriore dimostrazione della nostra duttilità. Non siamo soddisfatti del pareggio, volevamo una vittoria ma ora testa a domenica che ci attende una gara molto importante.




Le grandi squadre anche questa forza, quella di poter interscambiare i ruoli tra i vari giocatori. Noi giovani dobbiamo giocare in ogni posizione perché ogni volta in cui veniamo chiamati in causa può essere quella buona. È stata una sfida importante per provare qualcosa.




La maglia di Luis Alberto è stato un regalo bellissimo soprattutto per il gesto, che non mi aspettavo. Significa tanto per me, la nostra amicizia è nata in campo, parlando lo stesso calcio. Lui è un ragazzo fantastico, può fare tante cose per noi e per la sua Nazionale. Ci diamo tanti consigli, ci sosteniamo a vicenda.




So che il DS tare ha fiducia in me, ogni giorno mi alleno al meglio per ripagare lui e tecnico di tutto questo. Sto con piedi per terra; la Nazionale è un sogno e la Lazio può rappresentare la rampa per arrivarci. Do il 100% in ogni occasione. Sono felice, voglio lavorare al meglio.




Giocando a centrocampo devo sia difendere sia attaccare. Da mezzala, in fase di possesso mi trovo più a mio agio, su quella di non possesso invece c’ho lavorato tanto grazie ai consigli di Biglia l’anno scorso ed ora di Leiva e degli altri veterani di grande esperienza. È una crescita continua, ‘rubo’ consigli. I meriti sono di tutti. Ringrazio il mister che mi utilizza in entrambi i ruoli. Per me è un onore”.

(fonte: sslazio.it)






LASCIA UN COMMENTO