di Alessandro DE CAROLIS

Allo stadio Tre Fontane va in scena il derby di Coppa Italia Primavera che vale il pass per gli Ottavi. Una splendida cornice piena di tifosi e con condizioni climatiche perfette. Una prima frazione “horror” per i biancocelesti che subiscono il gioco e la qualità dei giallorossi.




Un poker calato nella prima frazione a dimostrazione di un vero pasticcio tattico della Lazio. Primo tempo che inizia subito forte per i padroni di casa che al 6’ vanno vicini al vantaggio con Soleri che impegna in tuffo Adamonis calciando di collo pieno. La Roma trova il gol al 11’ con Soleri che sfrutta un erroraccio di Spiezzio per insaccare la palla del 1 a 0. Avvio in salita per i ragazzi di mister Bonatti che provano una timida e imprecisa reazione nei minuti successivi. Il primo pericolo è sui piedi di Bezziccheri che dal limite spreca una buona occasione calciando d’esterno invece che d’interno. Il pericolo maggiore è però di Spizzichino che dalla distanza conclude in maniera potente e precisa sul primo palo impegnando seriamente Crisanto in calcio d’angolo. Ma la Roma al 27’ mette un impronta decisa sulla partita raddoppiando grazie a Tumminello che insacca un rigore in movimento. Ma la vera magia è l’assist di Soleri che prima tenta la conclusione e poi di tacco serve l’inserimento centrale del compagno.




Un 2 a 0 che pesa come un macigno sui biancocelesti che sembrano così sparire dal terreno di gioco. La Roma ora gioca sul velluto e dopo appena tre minuti trova la rete del 3 a 0 con Frattesi. Un bel piatto del numero 7 giallorosso che la piazza all’incrocio dei pali premiando così l’assist di Spinozi. La Lazio non riesce a contrastare il dinamismo della Roma e al 36’ arriva addirittura il poker con Soleri che firma la sua doppietta. Ottima discesa di Frattesi che dal fondo mette in mezzo un pallone forte e teso per il numero 11 giallorosso che di piatto insacca da pochi passi. Un vero incubo per i biancocelesti che perdono pure capitan Rossi al 38’ per un brutto e gratuito fallo su Marchizza. Un gesto sconsiderato, non nuovo per il talentuoso centravanti che così rende ancor più ardua un ipotetica rimonta. Nessun altra emozione fino al duplice fischio finale. La ripresa non pare però migliorare le cose per la Lazio che al 54’ subisce il 5 a 0 con la tripletta di Soleri che ringrazia Frattesi per l’assist.




È una partita che ormai ha poco da dire: biancocelesti mai pervenuti dalle parti di Crisanto e giallorossi che comunque non disdegnano le azioni offensive. Dal 70’ i ritmi però sembrano calare, i giallorossi controllano e gestiscono il risultato risparmiando energie favoriti anche da un’assenza totale di reazione da parte dei biancocelesti. Nulla da segnalare fino al triplice fischio finale. Pesante sconfitta della Lazio in uno dei peggiori derby di sempre che vale l’eliminazione dalla coppa. Molto, tantissimo da rivedere per mister Bonatti. La più brutta Lazio della stagione e forse degli ultimi anni. Ai biancocelesti è mancato un approccio sia tecnico che mentale. Ora testa e cuore al campionato: prossimo obiettivo le Final Eight.




IL TABELLINO

ROMA-LAZIO 5-0

Marcatori: 12′ Soleri (R), 28′ Tumminello (R), 30′ Frattesi (R), 37′ Soleri (R), 55′ Soleri (R)

ROMA (4-3-3): Crisanto; De Santis, Grossi, Marchizza (70′ Tofanari), Pellegrini; Bordin (61′ Bouasse), Frattesi, Spinozzi (79′ Marcucci); Coly, Tumminello, Soleri. A disp. Romagnoli, Ciofi, Diallo Ba, Cappa, Franchi, Kastrati, Antonucci, Valeau, Anocic. All. Alberto De Rossi

LAZIO (4-3-3):  Adamonis; Spizzichino, Spiezio, Miceli, Ceka; Portanova, Bari, Folorunsho (53′ Muzzi); Bezziccheri, Rossi, Rezzi (58′ Javorcic). A disp.  Borrelli, Spurio, Petro, Cardoselli, Al-Hassan All. Andrea Bonatti

Arbitro: Luca Massimi (sez. Termoli).

Ass: Scarica – Vingo.

NOTE. Ammoniti: 32′ Bordin (R), 75′ Bari (L) Espulsi: 39′ Rossi (L) Recupero: 1′ pt, 2′ st




LASCIA UN COMMENTO