di Fabio BELLI

Dopo il caos di Lazio-Torino, ottima risposta della Lazio che, con quasi tutti i titolari in campo, cala il poker contro il Cittadella e si guadagna i quarti di finale di Coppa Italia, da giocare in casa all’Olimpico contro la Fiorentina il giorno di Santo Stefano, il prossimo 26 dicembre. Solo note liete per i biancazzurri dopo giornate burrascose, col recupero di Wallace e Felipe Anderson e il ritorno al gol su azione (doppio) di Immobile fiori all’occhiello.




FORMAZIONI – Poco turn over per Simone Inzaghi: la scelta di Immobile (alla prima da Capitano) al centro dell’attacco, per la squalifica del centravanti, è obbligata. Tornano dal primo minuto Wallace e Felipe Anderson, a centrocampo restano al loro posto Lucas Leiva e Milinkovic-Savic, in difesa c’è De Vrij, in porta regolarmente Strakosha. Nel Cittadella Venturato fa invece giocare il secondo di Alfonso, Paleari, in attacco ci sono Fasolo e Arrighini in coppia assistiti dal trequartista Chiaretti.




E’ SUBITO IMMOBILE – Il Cittadella parte aggressivo e Milinkovic-Savic deve subire un paio di duri colpi a centrocampo. Il risultato ci mette comunque pochissimo a sbloccarsi, Immobile scatta e salta anche Paleari, depositando in rete col tentativo di salvataggio sulla linea di Pelagatti che si rivela vano. Bella rivincita per Ciro che torna al gol su azione per la prima volta dopo le disavventure in Nazionale. Subito dopo, Milinkovic-Savic salta altissimo e coglie di testa la traversa.




LA PRIMA DI FELIPE E WALLACE – Mancato l’immediato raddoppio, la Lazio continua a macinare gioco e occasioni. Felipe Anderson prima manca da pochi passi il gol con un rasoterra, poi lo trova al 24′ su perfetto invito in profondità di Lucas Leiva, facendo passare il pallone sotto le gambe di Paleari. La Lazio non si accontenta e trova il tris al 36′ con Wallace, che su calcio d’angolo perfettamente battuto da Murgia, fa carambolare il pallone in rete vincendo un contrasto con Camigliano. I due brasiliani dunque timbrano il cartellino con il gol alla prima da titolare dopo l’infortunio. Il Cittadella comunque non si arrende e trova gloria al 41′ con una punizione al fulmicotone di Bartolomei, che si infila sotto la traversa anche con la complicità di una deviazione di Lucas Leiva.




IL SIGILLO DI IMMOBILE – Il secondo tempo scorre via tranquillo tra sostituzioni e qualche occasione. Lucas Leiva ci prova impegnando Paleari al 25′, subito dopo un Lukaku cresciuto molto nella ripresa pennella un bel cross per la testa di Immobile, ma il pallone finisce alto. Brivido quando una conclusione dal limite di Bartolomei, ancora lui, impegna severamente Strakosha, ma nel finale è ancora Lucas Leiva a inventare un passaggio filtrante pazzesco per Immobile. Pallonetto delizioso e 4-1 finale, nel recupero su invito ancora di Immobile c’è spazio anche per Murgia che spreca a lato il 5-1. Ma va bene, più che bene, così.




IL TABELLINO

LAZIO-CITTADELLA 4-1

Marcatori: 11′, 87′ Immobile (L), 25′ Felipe Anderson (L), 36′ Wallace (L), 41′ Bartolomei (C)

LAZIO (3-4-1-2): Strakosha; Wallace (86′ Luiz Felipe), de Vrij, Patric; Basta, Murgia, Leiva, Lukaku; Milinkovic (72′ Lulic); Felipe Anderson (64′ Caicedo), Immobile. A disp. Guerrieri, Vargic, Bastos, Marusic, Radu, Parolo, Jordao, Palombi, Neto. All. Simone Inzaghi

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Pelagatti, Camigliano (61′ Salvi), Adorni, Pezzi; Settembrini, Bartolomei, Lora; Chiaretti (65’Schenetti); Arrighini, Fasolo (76′ Kouame). A disp. Alfonso, Scaglia, Varnier, Iori, Pasa, Maniero, Litteri. All. Roberto Venturato

ARBITRO: Pinzani (sez. Empoli).

Ass.: Bottegoni-Dei Giudici. IV: Saia. VAR: Nasca. AVAR: Aureliano.

NOTE. Ammoniti: 51′ Fasolo (C), 66′ Salvi (C), 85′ Pezzi (C)



LASCIA UN COMMENTO