di Fabio BELLI

Soffertissimi, voluti, presi ad ogni costo: è giusto che sia stato Ciro Immobile a mettere il sigillo su tre punti d’oro in una partita che per la Lazio sembrava stregata.




FORMAZIONI – Vengono confermate le indiscrezioni della vigilia, con Luis Alberto alla prima da titolare e Cristiano Lombardi rilanciato da titolare diciassette partite dopo la sfida di Bergamo all’esordio. Al centro della difesa torna Wesley Hoedt al fianco di Stefan De Vrij. In porta nel Crotone perdura l’assenza di Cordaz in porta, sostituito da Marco Festa. In attacco c’è il romeno Stoian con Falcinelli e Trotta.




INIZIO TIMIDO – Come previsto l’impatto alla partita è difficile, col Crotone ben coperto in difesa e la Lazio priva delle sue frecce in attacco. Al 13′ arriva la prima conclusione degna di nota, girata secca di Immobile deviata in angolo da un difensore. I calabresi attendono e ripartono e al quarto d’ora Lombardi è costretto a spendere un giallo per fermare il contropiede di Trotta. Al 17′ perfetto cross calibrato da Luis Alberto ed inserimento di Lombardi: l’arbitro annulla per fuorigioco, ma la posizione del giovane attaccante laziale lascia molti dubbi. Al 24′ grande occasione di nuovo per Immobile: pallone filtrante calciato su punizione da Lombardi e lasciato scorrere con intelligenza da Luis Alberto, il centravanti laziale da posizione defilata lascia partire un diagonale deviato con la punta delle dita da Festa.




STRAGE DI PALLE GOL – Alla mezz’ora, pestone di Stoian su Lombardi, l’arbitro concede il rigore. Sul dischetto va Biglia che come di consueto tenta la conclusione forte e centrale, la traversa dice di no al centrocampista argentino. Il contraccolpo psicologico c’è e la Lazio perde incisività. Al 37′ la prima chance per il Crotone è enorme, con Falcinelli che può scaricare con tutta la forza dall’altezza del dischetto del rigore addosso a Marchetti, straordinariamente reattivo e capace di salvare la situazione. Al 39′ è invece di nuovo Festa a salvare la situazione su una volée in bello stile di Parolo. La Lazio riesce di nuovo a produrre pressione offensiva negli ultimi minuti del primo tempo, ma la diga del Crotone non cede.




PARTITA BLOCCATA – Pronti via e la Lazio ci riprova subito con Immobile, senza fortuna. Il Crotone dimostra con diverse perdite di tempo già ad inizio ripresa di puntare al pari innanzitutto, ma la pressione costante della Lazio viene soffocata con grande costanza dalla squadra di Nicola. Al 12′ su cross da calcio d’angolo Milinkovic-Savic irrompe di testa ma manca di poco il bersaglio. I minuti però continuano a scorrere via senza che la Lazio sia in grado di trovare sbocchi offensivi.




Inzaghi riflette molto sui cambi, non avendo a disposizione una panchina ricca di alternative. Alla fine il primo sacrificato al 32′ è Lombardi, sostituito da Kishna. Non cambia la sostanza col Crotone sempre più arroccato in difesa, e negli ultimi dieci minuti il tecnico laziale prova anche la linea verde, con Rossi (esordio in Serie A per il bomber della Primavera) e Cataldi inseriti al posto di Luis Alberto e di un impalpabile Lucas Biglia. Al 40′ Festa si conferma bestia nera della Lazio con una parata strepitosa su conclusione dal limite di Immobile. Una partita del genere può essere decisa solo da un episodio, e la svolta arriva allo scoccare del 45′, su un errato retropassaggio di Aleandro Rosi: irrompe Immobile che trova così finalmente la rete e spezza il digiuno con il gol. E regala soprattutto tre punti d’oro, ormai insperati.

IL TABELLINO

LAZIO-CROTONE 1-0

Marcatori: 90′ Immobile (L)

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, de Vrij, Hoedt, Radu; Parolo, Biglia (81′ Rossi), Milinkovic; Lombardi (77′ Kishna), Immobile, Luis Alberto (81′ Cataldi). A disp. Strakosha, Vargic, Patric, Bastos, Wallace, Prce, Leitner. All. Simone Inzaghi

CROTONE (4-3-3): Festa; Sampirisi, Ceccherini, Ferrari, Martella (91′ Simy); Rohden, Crisetig, Barberis; Stoian (51’Palladino), Falcinelli, Trotta (81′ Rosi). A disp. Cojocaru, Viscovo, Dussenne, Fazzi, Salzano, Suljic, Capezzi, Gnahore, Nalini. All. Davide Nicola

Arbitro: Maresca (sez. Napoli).

Ass.: Di Liberatore-Zappatore. IV: Tonolini. Add.: Guida-Ghersini.

NOTE. Ammoniti: 15′ Lombardi (L), 54′ Festa (C), 77′ Rohden (C) Recupero:1′ pt; 5′ st.

LASCIA UN COMMENTO