Nel post partita di Lazio-Crotone, il tecnico biancazzurro Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dallo Stadio Olimpico.




“Sapevamo che quest’oggi avremmo affrontato una formazione molto ben organizzata: nella prima frazione i pitagorici ci hanno concesso poco, ma sono molto contento perché questa era una gara insidiosa ed i ragazzi sono rimasti lucidi e concentrati passando in vantaggio; da quel momento la sfida si è messa in discesa.




Le mie rotazioni si allungheranno da ora in poi: Felipe Anderson sta bene e sarebbe entrato prima se non avessimo bloccato il risultato. Dovrò disegnare la formazione più funzionale per ogni gara che disputeremo: quest’oggi ad esempio avevo a disposizione anche Nani, che è rientrato con grande disponibilità, e Caicedo che mi sta soddisfacendo molto. Avrei preferito affrontare problemi d’abbondanza sin dall’inizio della stagione non ad una giornata dal termine del girone d’andata.




Abbiamo trovato delle certezze con il 3-5-2, ma anche a Genova ad esempio avevamo giocato con un 3-4-1-2. Quando gli interpreti in campo cambiano, anche il modulo può risentirne: abbiamo il piacere di disputare tante gare. Il 26 ci aspetta la Coppa Italia, mentre a febbraio tornerà l’Europa League: dovrò gestire al meglio il gruppo visti i tanti impegni.




De Vrij è un calciatore straordinario che ho la fortuna d’allenare: mi piacerebbe trovare il suo rinnovo sotto l’albero di Natale, ma questo discorso riguarda il calciatore e la Società. Ora effettuerò le mie valutazioni, torneremo ad allenarci nei prossimi giorni in vista dei quarti di finale di Coppa Italia e sabato affronteremo una squadra molto forte come l’Inter.




Il mio centrocampo si è ben espresso. Leiva, Lulic e Felipe Anderson sono entrati con un ottimo spirito in campo: atteggiamenti simili mi rendono molto felice. Stasera guarderemo la partita e la Juventus partirà favorita giocando in casa. Murgia in Europa League mi aveva soddisfatto da regista ed oggi è sempre stato marcato a uomo da Trotta; lui si è ben disimpegnato, ma nella seconda frazione ho preferito tenere Parolo in campo sostituendo il nostro numero 96”.



LASCIA UN COMMENTO

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.