CLICCA QUI PER FIRMARE LA PETIZIONE: LAZIO CAMPIONE D’ITALIA EX AEQUO 1914/15

Gian Luca Mignogna, Direttore Dditoriale di Laziostory.it e coautore del libro “Lo Scudetto Spezzato” ha raccontato le vicende del Campionato 1914-15, per cui si continua fermamente a rivendicare l’assegnazione dello scudetto ex aequo a Lazio e Genoa, intervenendo insieme all’altro autore dell’opera, Emiliano Foglia, sui 105.8 di Radio Incontro Olympia per parlare dell’uscita del libro ed aggiornare sulle prossime fasi della stessa rivendicazione.




Con il libro si racconta con estrema particolarità una storia che non tutti finora hanno conosciuto e raccontato…Alcune cose erano già uscite sui media ma le abbiamo inserite per la prima volta in un libro, che costituisce un vero e proprio unicum su ciò che accadde veramente nel Campionato 1914/15 e rappresenta una fonte viva dalla quale poter attingere per capire qual’è stata la storia della Lazio in quella stagione di oltre cento anni fa. In questo volume c’è indirettamente il contributo di tanti, come Luigi Salomone che ha caldeggiato il lancio della petizione sulla prima del Tempo, come Pasquale Trane ed il Centro Studi Nove Gennaio Millenovecento che hanno predisposto un ottimo elaborato storiografico, Laziowiki che ha ricostruito con certosina precisione l’elenco dei caduti laziali ed un altro appassionato storico della Lazio come Federico Felci che mi ha aiutato a realizzare il dossier emerotecario poi finito sul tavolo della FIGC.”

Lo Scudetto Spezzato può esser senz’altro un eccellente regalo di Natale, considerando che tutti i diritti d’autore saranno riversati al Comune di Amatrice, dove vorremmo riuscire a realizzare un vero e proprio museo del football, ricreare interesse turistico ed un nuovo indotto economico sul territorio e dare una mano tangibile alla popolazione colpita dal sisma.




La Commissione d’inchiesta della FIGC ha chiesto anche al Genoa, ma non ha trovato alcun documento ufficiale sul quel campionato…Subito dopo il lancio della petizione su Change.org, che invito tutti a firmare, a mezzo PEC richiesi personalmente alla FIGC se agli atti federali vi fosse una richiesta di assegnazione del Genoa di quel titolo o un documento formale che ne attestasse il riconoscimento da parte della Federazione. La risposta fu che negli archivi di Via Allegri non vi era alcunché. Sulla base di questo la Commissione ha poi chiesto al Genoa se quei documenti fossero almeno nei loro archivi, ma anche la risposta della società rossoblu è stata negativa. Questo perché, semplicemente, quei documenti non esistono e non sono mai esistiti.




E allora chi si prese la briga di assegnare quel titolo?Basta cercare su altri testi, come ad esempio “La Storia del Calcio” di Vittorio Pozzo, e già lì si intuisce chiaramente cosa accadde nell’estate del 1921. La prima richiesta di assegnazione genoana dovrebbe essere stata avanzata nel 1915, subito dopo la sospensione bellica del campionato, mentre un primo riconoscimento parrebbe esser stato concesso dalla FIGC nel 1919. Uso il condizionale perché di tutto questo c’è traccia solamente su alcuni trafiletti di giornale d’epoca. Poi nel 1921 ci fu la nota scissione federale, che portò i club a dividersi tra FIGC e CCI. Gli scissionisti erano capeggiati dal Vice Presidente della Federcalcio che si chiamava Pasteur, era ex atleta, tecnico e dirigente del Genoa e divenne il Presidente della CCI.




A fine anno la scissione federale si ricompose, contestualmente alla consegna di alcune medaglie ai giocatori genoani durante un festeggiamento privato per l’acquisizione dello Scudetto 1915, che in base a fonti liguri sembrerebbe essere stato attribuito nel dicembre 1921. Probabilmente fu un gioco di potere a condurre lo Scudetto 1915 sulle maglie rossoblu. Noi ci possiamo stare perché il Genoa è il club che ha portato il calcio in Italia ed era in testa (ma non ancora vincitore) al girone del Nord, ma il vulnus si creò perché non furono considerati i diritti della Lazio, unica squadra giá Campione a tutti gli effetti sia dell’Italia Centrale, che centro-meridionale poiché la prefinale Sud tra le due squadre di Napoli fu annullata per irregolarità di tesseramento. Questo a dispetto di un minuto trafiletto della “Gazzetta dello Sport” dell’epoca che narra di una partita tra due club partenopei, ma specificando come si trattasse di una gara relativa ad una nuova edizione del campionato e non ad un match relativo all’edizione 1914/15.




Nei prossimi giorni,” prosegue Mignogna, “chiederò comunque chiarimenti alla FIGC e procederò al deposito in Federazione di uno stralcio de “Lo Scudetto Spezzato”, proprio per portare in un corpo unico l’evidenza delle prove emerse, già contenute nei precedenti dossier in atti, riguardo al fatto che la Lazio fosse l’unica squadra ad aver maturato un titolo certo e fondato onde ottenere l’assegnazione dello Scudetto 1915.




QUESTO L’ELENCO DELLE LIBRERIE DOVE E’ POSSIBILE ACQUISTARE
“LO SCUDETTO SPEZZATO”
ROMA NORD:
Libreria Feltrinelli, Centro Commerciale Porta di Roma
Libreria Feltrinelli, Viale Libia n. 186
Libreria Pagine di Sport, Via dei Tadolini n. 7/9
     
ROMA CENTRO:
Libreria Feltrinelli, Via Vittorio Emanuele Orlando n. 78/81
Libreira Minerva, Piazza Fiume n. 57
Libreria Borri Books, Stazione Termini – Piazza dei Cinquecento
ROMA SUD:
Libreria Feltrinelli, Centro Commerciale Cinecittà Due
Libreria Feltrinelli, Viale Marconi n. 184/190


CASTELLI ROMANI:

Libreria The Book, Via Giuseppe Garibaldi n. 20 (Genzano)
Libreria Adeia, Corso del Popolo n. 46 (Grottaferrata)
LITORALE LAZIALE:
Libreria Scritti e Manoscritti, Via Ancona n. 180 (Ladispoli)
Libreria Fahrenheit 451, Via Carlo Cattaneo n. 33 (Nettuno).
L’opera, inoltre, risulta in via di ulteriore acquisizione presso le seguenti librerie, ove a breve sarà ulteriormente disponibile:
Libreria Feltrinelli, Piazza Colonna n. 31/35 (Roma)
Libreria Feltrinelli, Largo di Torre Argentina n. 5/a (Roma)
Libreria Feltrinelli, Viale Giulio Cesare n. 88 (Roma)
Libreria Feltrinelli, Via Appia Nuova n. 427 (Roma).
Nei prossimi giorni, infine, la pubblicazione sarà distribuita nelle aree residue della provincia di Roma, a Rieti e provincia, a Viterbo e provincia, a Frosinone e provincia, a Latina e provincia ed in tutte le altre librerie che ne faranno richiesta.

Il volume, peraltro, è già disponibile online sul sito della Goal Book Edizioni, ovvero cliccando direttamente il seguente link:

LASCIA UN COMMENTO