di Alessandro DE CAROLIS

Ecco le parole nella conferenza stampa post Lazio-Inter. Parole piene di rammarico per una Champions persa negli ultimi 10′ della stagione. Ma Inzaghi, come tutto l’ambiente Lazio, mostra orgoglio per i suoi ragazzi e per  quanto dimostrato sul campo in ogni competizione.

“Dispiace per come è finita la stagione. Nulla toglie il valore di quanto espresso dai ragazzi in questi mesi, avremmo meritato di più. Abbiamo subito due reti su situazioni di calcio piazzato, avremmo dovuto chiudere prima il discorso relativo alla qualificazione in Champions League. Ricordo che questa squadra ha vinto la Supercoppa italiana; è una grandissima beffa che resterà per tanto tempo ma dovremo avere la forza di andare avanti”.

“Abbiamo disputato un ottimo finale di stagione. Guardando il corso della gara, questa sera non avremmo meritato di perdere ma il calcio è crudele. Dopo 55 gare ufficiali, siamo arrivati carichi di lavoro: nella parte finale abbiamo perso giocatori importanti come Parolo, Luis Alberto ed Immobile. Questa sera il nostro centravanti era in campo con due soli allenamenti alle spalle, l’ho sostituito perché non ne aveva più. Qualche minuto più tardi avrei inserito Caicedo per Lulic, ma non ne ho avuto il tempo. Evidentemente, doveva andare così, spiace ma complimenti ai ragazzi”.

“Quanto fatto quest’anno dovrà costituire un punto di partenza per la prossima stagione: ci saranno acquisti e cessioni come in ogni estate. Anche lo scorso anno dopo il quinto posto, abbiamo inserito giocatori di valore. Abbiamo fatto il record di gol, abbiamo battuto due volte la Juventus ed avremmo meritato anche la terza. Ora servirà riposo e riflessione per ripartire al meglio ad Auronzo”.

LASCIA UN COMMENTO

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.