di Alessandro DE CAROLIS

Vigilia di Lazio-Cittadella, primo turno di Coppa Italia per la squadra di mister Inzaghi. Il Cittadella è arrivata alla sfida dell’Olimpico eliminando la Spal nel turno preliminare. Conferenza stampa non serena per il tecnico piacentino dopo la bufera arbitrale di Lazio-Torino. Ecco le parole di Inzaghi riguardo gli strascichi del Lunedì, la formazione di domani e il punto dall’infermeria.

Il morale di Inzaghi dopo l’ennesimo scippo arbitrale:

“Adesso diciamo che dobbiamo cercare di trasformare questa grande delusione in una grande ferocia sul campo. Domani abbiamo l’occasione di giocare subito contro il Cittadella, squadra che gioca bene. Queste sono delle partita “trappola”.

Il morale della squadra:

“Ho parlato tanto con la squadra ieri. Ci avevo già parlato a fine primo tempo. Ora dobbiamo guardare avanti. I fatti accaduti sono fuori dal mondo, sotto gli occhi di tutti. Chi di dovere dovrà prendere dei provvedimenti. Io sono l’allenatore e il mio compito è mettere la formazione migliore e vincere le partite”.

La giusta reazione in queste partite paradossali

“Io sono orgoglioso e fiero della reazione dei miei ragazzi di fronte a queste ingiustizie. Magari ora solo Immobile ne pagherà, ma siamo sempre stati lucidi lottando e reagendo

La condizione fisica della squadra in vista del Cittadella:

Avendo giocato Lunedì abbiamo fatto lavoro solo di scarico. Vediamo il problema di Luis alberto, la botta al ginocchio di Anderson. Valuteremo tutti i giocatori, sappiamo che domani non sarà una partita semplice

Un ringraziamento per l’affetto del pubblico laziale:

“Noi sappiamo che stiamo facendo bene, dobbiamo lasciarci alle spalle tutto e andare avanti. Con il supporto dei nostri tifosi si può fare tutto. Voglio ringraziare i miei tifosi per Domenica, è bello vedere un’ambiente così unito.

Riguardo al VAR:

“Da oggi non ne parlerò più di queste faccende. Io sono l’allenatore e penserò solo a mettere in campo la formazione migliore.”

Uno sguardo al Cittadella

“Negli ultimi giorni abbiamo studiato la formazione che andremo a sfidare. Gioca il miglior calcio della Serie A. Ha vinto gare importanti contro il Palermo e Spal. Immobile vista la squalifica sarà di certo in campo titolare”.

Immobile e Burdisso avevano già degli strascichi:

“Immobile prima dell’accaduto aveva preso un palo. L’avevo avvertito di stare attento con Burdisso per i fatti successi l’anno scorso quando era al Genoa. La cosa migliore era un giallo a tutti e due, anche se io avrei lasciato correre. Ho fiducia in Immobile e continuerà a fare bene”. 

Burdisso e io suo comportamento:

“Burdisso è un giocatore forte in campo, questa volta magari si è lasciato andare come capita a molti giocatori in campo. Con quell’ammonizione sarebbe stato diverso poi con quell’intervento da giallo su Milinkovic”. 

Le ultime partite non andate come ci si aspettava:

“Domenica col Torino abbiamo sbagliato nell’ultimo passaggio. Ma finché ci è stato permesso sia con Fiorentina che con Torino avremmo vinto queste partite. Magari con i granata nel primo tempo mi sarei aspettato di più, ma è una squadra di qualità. Ero fiducioso in entrambe le partite di vincerle”.

LASCIA UN COMMENTO