di Gian Luca MIGNOGNA

La Lega Serie A ha approvato il suo nuovo Statuto all’unanimità dei presenti all’assemblea tenutasi ieri pomeriggio, con la partecipazione di tutte le società eccezion fatta per Napoli e Chievo.
A margine dell’assemblea Carlo Tavecchio, Presidente della Figc e Commissario della Lega, ha poi fatto il punto della situazione: “Se entro il 30 novembre 2017 non verranno eletti Presidente, Amministratore Delegato e Consiglio di Lega, sarà nominato un Commissario ad Acta. E’ stata un’assemblea importante per Lega A, perché abbiamo lavorato parecchie ore per definire lo Statuto che sarà presentato al Consiglio Federale. La questione è molto semplice: la Figc ha i suoi principi informatori, abbiamo teso una mano alla Lega A che è il motore della finanza del calcio italiano. Ma abbiamo anche messo alcuni paletti importanti. Qualora non si arrivasse all’elezione del Presidente, dell’Ad e del Consiglio, decadranno i benefici che con grande sacrificio abbiamo creato tutti insieme, ivi compreso il quorum di garanzia (due terzi, ndr) della fase costitutiva e deliberante”.
Il Commissario ad Acta interverrebbe sullo Statuto adottando la maggioranza semplice alla quarta votazione per l’elezione. Come precisato dal Presidente Federale: “Lo Statuto approvato é molto moderno, prevede una Governance con un Consiglio ristretto di 7 membri, di cui 3 indipendenti: un Amministratore Delegato che deve occuparsi della gestione strategica e ordinaria della Lega, un Presidente di alto profilo, un manager e quattro componenti in quota alle società, Presidenti o Ad dei club”.

LASCIA UN COMMENTO