Al termine della seduta d’allenamento odierna, il centrocampista biancoceleste Senad Lulic è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, canale 233 di Sky.

L’allenamento è stato duro e lungo, ma ora siamo contenti che sia terminato.

E’ un momento positivo, veniamo da 8 risultati positivi e proveremo a continuare su questa scia. Andremo a Palermo per dare continuità ai risultati. Tanti di noi sono andati in rete e ciò significa che non siamo dipendenti dai nostri attaccanti. Hanno segnato sia difensori, sia centrocampisti perchè abbiamo qualità in ogni reparto. E’ una nostra qualità, sappiamo segnare tutti.

Le statistiche servono ai giornalisti, noi pensiamo a fare più gol possibili e a prenderne il meno possibile. Giocando così, senza perdere per 8 partite, si fa anche qualche gol in più. L’importante è continuare su questa strada.

E’ sempre bello segnare, le emozioni sono sempre le stesse. Proverò ad aiutare la squadra giocando in qualsiasi ruolo; se segno sono ancora più contento. L’importante è che la squadra giri e che giochi bene. La stagione è ancora lunga e spero di segnare altri gol importanti.

Sto provando ad interpretare entrambe le fasi. Proverò ad aiutare la squadra facendo bene domenica sia in fase offensiva che in quella difensiva. I numeri posso registrarli solo se la squadra gioca bene. I singoli non contano, sono un incentivo per la squadra. E’ la squadra che aiuta il singolo.

Tutti possono imparare da chiunque. Noi impariamo dai giovani e loro da noi. Il mister è giovane e impariamo molto anche da lui e dallo staff. Ogni giorno si può imparare da tutti.

Cercheremo di aiutare i nostri giovani, ma l’importante è essere uniti, giocare insieme e avere la gioia di lottare e giocare insieme l’uno per l’altro. I risultati di ciò si vedono anche la domenica.

A Roma c’è sempre pressione, io e i miei compagni siamo abituati a questo. Ogni domenica la sentiamo, ma è il nostro lavoro. C’è sempre la voglia di vincere e giocando una partita a settimana abbiamo più tempo per preparare le sfide: questo ci aiuta molto. Il nostro obiettivo è qualificarci per l’Europa e stiamo facendo di tutto per raggiungere quest’obiettivo.

Cercherò sempre di aiutare tutti i calciatori che arriveranno alla Lazio, con Ciro è stato più facile perché conosceva già le dinamiche del campionato italiano. Fa piacere averlo nella nostra squadra speriamo che continui su questi livelli.

Noi in passato avevamo difficoltà nell’affrontare avversari meno forti di noi sulla carta, anche queste partite si devono vincere. Stiamo facendo bene e speriamo di raggiungere un risultato importante anche domenica. Il Palermo è in difficoltà dallo scorso anno, già dalla prima partita di Inzaghi sulla panchina biancoceleste.

L’obiettivo è vincere sempre, il gruppo non molla e lotta fino alla fine. Stiamo credendo in ciò che facciamo e pur andando in svantaggio siamo sempre consapevoli di poter recuperare le partite.

Per il mister è una cosa positiva avere giocatori duttili. Per noi un po’ meno perché cambiando posizione ogni domenica, è più complicato. Con l’esperienza però si riesce a far bene. Ogni tanto si sbaglia qualcosina, ma proveremo a fare cose positive tutti insieme. Noi ci mettiamo a disposizione della squadra e del mister, anche giocando in ruoli non nostri. Tutti si stanno sacrificando per raggiungere questi buoni risultati.

Felipe sta facendo bene e spero che non legga i giornali, non si deve adagiare. Non dobbiamo fargli troppi complimenti altrimenti mollerebbe. Il 4 dicembre sappiamo cosa ci aspetta, mi chiedono di questa partita da quando è uscito il calendario. Non posso dire che non penso al derby, sarei un bugiardo, ma prima c’è il Palermo. Cercheremo di tornare da questa trasferta con un buon risultato e poi penseremo il derby”.

LASCIA UN COMMENTO