I biancocelesti seppur senza sfigurare non raccolgono punti in Liguria. Triplette per Damonte e Colosimo. Il capitano: “Vietato sbagliare contro il Bogliasco”.  Il d.g. Sebastianutti: “Peccato, ci siamo svegliati tardi”
La Lazio perde 10-6 contro il Savona nel turno infrasettimanale della quarta giornata di A1. I biancocelesti subiscono il passivo decisivo tra la fine del primo e l’inizio del secondo tempo e non è bastata una buona reazione supportata da una tripletta di Colosimo e da una doppietta di Cannella per capovolgere la storia dell’incontro. La Lazio paga soprattutto l’approccio negativo e l’aver subito le situazioni di inferiorità numerica nei primi due periodi. Nel Savona da sottolineare il tris di Damonte e due gol di Bianco e Gounas. Sabato il campionato osserverà un turno di riposo, il prossimo impegno per i biancocelesti sarà il 12 novembre al Foro Italico contro il Bogliasco. Servirà un grande pubblico per trascinare la Lazio, attesa da una grande sfida. Fischio d’inizio alle 18.
LA PARTITA – La partita è spettacolare fin dai primi minuti. In trenta secondi Gounas porta in vantaggio il Savona, Colosimo pareggia per le aquile. I liguri trovano poi il doppio vantaggio sfruttando due volte la superiorità numerica con Damonte e Gounas. Nel secondo tempo il Savona sembra poter dilagare. Segnano ancora Bianco e Giunta (5-1), ma Cannella realizza due gol in pochi minuti riportando i biancocelesti a -2 (5-3). Nel finale di tempo Milakovic e ancora Bianco ristabiliscono le distanze (7-3). Nel terzo periodo si vede la miglior Lazio. Le aquile vanno subito a segno con Leporale e Colosimo, risponde il Savona con i gol di Sadovyy e Damonte, ma ancora Colosimo fa vincere alla Lazio il parziale trasformando un rigore (9-6). Nel quarto periodo segna solo Damonte e i liguri vincono 10-6.
Il direttore generale della Lazio Claudio Sebastianutti: “C’è tanto rammarico per come è andata questa partita. Paghiamo soprattutto il nostro approccio. Nel terzo e nel quarto tempo siamo riusciti ad imprimere il nostro gioco ma ormai era troppo tardi. Abbiamo sofferto in particolare il loro pressing e la loro fisicità.  Dispiace perdere così, ma dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo e dare il meglio di noi stessi contro il Bogliasco”.
Il capitano della Lazio, Federico Colosimo: “Ci manca sempre qualcosa per compiere quel passo in più fondamentale per iniziare a raccogliere punti. Questa era una gara dove sicuramente avremmo potuto dire la nostra, ma abbiamo sbagliato l’approccio e quando nella seconda parte dell’incontro abbiamo giocato meglio era ormai troppo tardi. Ci sono stati diversi errori di gioventù, sofferto l’uomo in meno ad inizio gara e a nostra volta non siamo stati cinici quando lo abbiamo avuto a nostro favore. E’ andata senz’altro meglio nelle situazioni di uomini pari. Da domani torniamo ad allenarci con la consapevolezza che abbiamo ancora tanto da lavorare. Tra dieci giorni contro il Bogliasco non si può sbagliare.. Vincere sarebbe un’iniezione di fiducia per tutto il gruppo, prima di una gara complicatissima contro la Pro Recco e di un’altra per noi fondamentale contro il Torino. In queste due partite ci giochiamo veramente tanto”.

RN SAVONA-SS LAZIO NUOTO 10-6
RN SAVONA: Antona S. , Giunta A. 1, Damonte L. 3, Giunta L. , Bianco L. , Ravina R. , Grosso S. , Milakovic K. 1, Bianco G. 2, Gounas A. 2, Piombo F. , Sadovyy O. 1, Missiroli J. . All.
SS LAZIO NUOTO: Correggia V. , Tulli A. , Colosimo F. 3 (1 su rigore), Ambrosini G. , Vitale A. , Giorgi D. , Cannella G. 2, Leporale M. 1, De Vena W. , Maddaluno R. , Mele A. , Washburn W. . All.
Arbitri: Alfi e Centineo
Note :
Parziali 3-1, 4-2, 2-3, 1-0
Note: Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Savona 4/10, Lazio 3/8 + un rigore. Spettatori 150 circa

LEAVE A REPLY