di Gian Luca MIGNOGNA

La Lazio di Maurizio Sarri è incessantemente impegnata sia nelle Coppe europee e nazionali che nel Campionato di Serie A, in cui nella scorsa stagione Stefan Radu ha disputato la sua ultima gara in maglia biancazzurra ricevendo un grande tributo di stima ed affetto dalla società, dai suoi compagni e da tutti i tifosi laziali.

Dopo 15 annate consecutive, il “Boss” ha chiuso la sua splendida avventura laziale da leader incontrastato della “Classifica Presenze” all time della Prima Squadra della Capitale, toccando la quota record di 427 gettoni totali, per poi lasciare il testimone della “Lazialità” a Capitan Ciro Immobile.

Sergej Milinkovic prima di cambiare casacca ha raggiunto l’importante traguardo delle 341 presenze in maglia laziale, conquistando il 7° posto in solitaria, superando Luca Marchegiani e lasciandosi alle spalle puranche una grande Bandiera Laziale come l’indimenticato ed indimenticabile Vincenzo D’Amico.

La statistica richiede un continuo aggiornamento riguardo i calciatori laziali di tutti i tempi e di tutte le competizioni, nella quale Ciro Immobile a sua volta ha toccato quota 327, staccando Cristian Ledesma e legittimandosi nella Top 10 all time di questa speciale graduatoria (il centravanti biancazzurro è a -11 da Vincenzo D’Amico).

Fino a pochi mesi fa il calciatore biancazzurro che aveva indossato più volte la casacca laziale era stato Giuseppe Favalli con 401 presenze, ma Stefan Radu ha appunto tagliato il traguardo delle 427 presenze, staccando il terzino scudettato del 2000, suggellando il suo primato ufficiale assoluto ed entrando a pieno titolo nella Storia della Lazio.

Ecco la “Classifica Presenze” di sempre (pari merito in ordine alfabetico), nella quale figurano grandi “Icone della Lazialità” come Silvio Piola (Campione del Mondo nel 1938, sei presenze anche nella Coppa Europa del 1937 e due volte Capocannoniere in massima serie) e Giorgio Chinaglia (Campione d’Italia e Capocannoniere della Lazio 1973/74), nonché Felipe Anderson (il brasiliano è a -8 da Cristian Ledesma) Luis Alberto (lo spagnolo è entrato nella Top 15, eguagliato Tommaso Rocchi) e Adam Marusic (staccati Silvio Piola, Long John, Luigi Martini e Nello Governato), che hanno raggiunto rispettivamente quota 310, 293 e 253 presenze totali.

Occorre precisare che tale graduatoria è comprensiva di tutti i match di campionato, di tutte le gare europee e di tutte le altre competizioni nazionali ufficiali (Coppa Italia, Supercoppa Italiana, Spareggi):

  1. Stefan Radu: 427 (2008-2023)
  2. Giuseppe Favalli: 401 (1992-2004)
  3. Giuseppe Wilson: 394 (1969-1977/1978-1980)
  4. Paolo Negro: 376 (1993-2005)
  5. Senad Lulic: 371 (2011-2021)
  6. Aldo Puccinelli: 342 (1940-1943/1945-1955)
  7. Sergej Milinkovic: 341 (2015-2023)
  8. Luca Marchegiani: 339 (1993-2003)
  9. Vincenzo D’Amico: 338 (1971-1980/1981-1986)
  10. Ciro Immobile: 327 (2016-2024)
  11. Cristian Ledesma: 318 (2006-2015)
  12. Felipe Anderson: 310 (2013-2018/2021-2024)
  13. Stefano Mauri: 303 (2006-2016)
  14. Luis Alberto: 293 (2016-2024)
  15. Tommaso Rocchi: 293 (2004-2013)
  16. Idilio Cei: 287 (1958-1968)
  17. Enrique Flamini: 283 (1939-1943/1946-1952/1953-1954)
  18. Renzo Garlaschelli: 276 (1972-1982)
  19. Marco Parolo: 265 (2014-2021)
  20. Romolo Alzani: 263 (1945-1955)
  21. Alessandro Nesta: 261 (1993-2002)
  22. Juan Carlos Morrone: 259 (1960-1964/1966-1971)
  23. Diego Zanetti: 258 (1961-1969)
  24. Bruno Giordano: 254 (1975-1985)
  25. Alfredo Monza: 254 (1935-1943)
  26. Francesco Antonazzi: 253 (1945-1956)
  27. Adam Marusic: 253 (2017-2024)
  28. Nello Governato: 251 (1961-1966/1967-1971)
  29. Luigi Martini: 249 (1971-1979)
  30. Giorgio Chinaglia: 246 (1969-1976)
  31. Silvio Piola: 243 (1934-1943)

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.