L’avvocato Gian Luca Mignogna è intervenuto sugli 88.100 di ElleRadio nella trasmissione Laziali On Air:




E’ importante ringraziare tutte le persone che mi stanno aiutando nel comitato della Class Action, come l’avvocato Pasquale Trane, Gabriele Paparelli, Giorgio Sandri, Alessandro Soddu, Francesco Felci, Carmine De Luca e mons. Contili dell’Università San Paolo, che ci ha messo a disposizione i locali per la convention di sabato. Certe cose si fanno con la collaborazione di tutti, c’è un lavoro di equipe che si sta rivelando ottimo.




Voglio fare una domanda: i laziali sono stufi di subire torti e ingiustizie? Allora l’occasione giusta è la convention di sabato presso i locali dell’Uni San Paolo, in via Lemmi 10 a Roma, in zona Colli Albani a 100 metri dalla fermata della metropolitana, per aderire a quello che è l’appena costituito Comitato Consumatori Lazio. Se ci uniamo ancor di più possiamo provare a combattere poteri istituzionali, mediatici e sportivi che spesso si mettono di traverso. Attraverso il Comitato si possono esercitare le Class Action, che permettono di affermare legalmente in gruppo diritti individuali e cercare tutela laddove risultano violati dei diritti.




La convention si svilupperà con una conferenza stampa, quindi un dibattito e poi le formalità per le adesioni con gli addetti al desk, più delle sorprese che non posso anticipare: di sicuro si avrà a disposizione uno strumento per non diventare parte passiva ma attiva nel sistema calcio: saremo la prima squadra che avrà un Comitato Consumatori per difendere i propri diritti. Per farlo abbiamo in mente diverse idee e soluzioni alternative. Essendo un Comitato un organo che deve agire tramite un Consiglio Direttivo, ci riuniremo e ci confronteremo anche per formalizzare le adesioni per chi non potrà intervenire sabato.




La rivendicazione per lo Scudetto 1915 è più che mai viva, sicuramente non ci aspettavamo si arrivasse a un doppio commissariamento da parte della Lega di Serie A e della FIGC. Al momento è impossibile avere un confronto visti anche gli impegni olimpici, siamo però determinati a chiedere un confronto con Malagò e Fabbricini per capire qual è l’approccio degli attuali vertici Federali a questa questione. La garanzia è che appena tornati saremo lì a bussare alla loro porta. Ci sono i documenti, i fatti nuovi, il parere dei saggi e tutto porta all’assegnazione ex aequo del titolo del 1915 a Lazio e Genoa. Il precedente di Calciopoli ci fa capire, con lo Scudetto assegnato all’Inter, che anche sotto un commissariamento si possa prendere una decisione di questo tipo.






LASCIA UN COMMENTO