di Alessandro DE CAROLIS 

Vigilia di Sampdoria-Lazio. Gara delicata a Marassi contro la squadra di mister Giampaolo ancora imbattuta tra le mura amiche. Biancoazzurri alla ricerca dei tre punti fondamentali per rilanciarsi in campionato dopo il pareggio con la Fiorentina. Una conferenza a tutto tondo sulla probabile formazione anti-Samp, la situazione di Anderson e Wallace e un commento sul VAR.

Una settimana da incubo per quanto successo per via del VAR:

“Domenica abbiamo visto quello che è successo. C’è tanto rammarico perché avremmo meritato di vincere, abbiamo fatto una buona gara concedendo qualche tiro da fuori alla Fiorentina. L’episodio finale, VAR o non VAR, nelle ultime due partite tra derby e Fiorentina siamo stati danneggiati ma non deve essere un alibi. Magari facendo il secondo gol non sarebbe successo”

Una vittoria importante per la classifica:

“Vincendo la partita con l’Udinese saremmo stati a 32 punti. Domani sarà una gara estremamente difficile, un campo ancora imbattuto. Questa settimana abbiamo lavorato bene. Non eravamo più abituati a passare due partite senza vincere ma domani faremo il nostro meglio per portare a casa il risultato”.

La situazione dall’infermeria su Wallace e Anderson:

“I nazionali li ho visti bene. Questa settimana abbiamo lavorato bene e più intensamente rispetto agli ultimi tempi. Era l’unica settimana dove poter lavorare di più calcolando l’imminente ritorno dell’E.L e della Coppa Italia. Oggi Felipe Anderson si è allenato con la squadra ma ho preferito non convocarlo, Wallace è reduce da un affaticamento post infortunio. Entrambi cerchiamo di recuperarli per giovedì sera e farli giocare”.

L’uso del VAR che sta cambiando il mondo del calcio:

“Bisogna abituarsi tutti al VAR. è un qualcosa che ha cambiato il calcio. Io da giocatore quando segnavo bastava guardare il guardalinee per vedere se avevo segnato. Ora bisogna avere più giudizio nell’uso di questo strumento. Abbiamo i migliori arbitri ma che ora saranno loro stessi condizionati dall’uso della VAR”.

Una Lazio penalizzata anche da se stessa:

“Nelle ultime due partite la Lazio è stata penalizzata ma doveva dare di più. Dobbiamo tornare a essere quelli di un mese fa, a correre di più e a concretizzare di più”.

L’uso del VAR sta degenerando:

“A inizio stagione avevamo avuto un confronto con Rosetti, persona che stimo molto, sull’utilizzo della VAR. L’utilizzo era previsto ogni 5/6 partite mentre ora si usa sempre più spesso”.

Fiorentina occasione mancata per lasciarsi il derby alle spalle:

“Bisogna lasciarsi tutto alle spalle. Ormai è passato. Da allenatore sono il primo a essere dispiaciuto per i tre punti non arrivati con la Fiorentina. Questa settimana li ho visti determinati proprio perché ci aspetta una partita tosta con un’ottima squadra, un pubblico caldo e un allenatore come Giampaolo che stimo molto”.

Gli errori della squadre nelle ultime partite:

Con Roma e Fiorentina abbiamo commesso degli errori individuali che ci hanno compromesso le partite. Come dici tu avremmo dovuto fare di più perché quanto fatto non basta contro squadre di quel livello. Abbiamo lavorato bene in settimana e siamo pronti per domani.”.

Arriva un mese di fuoco tra campionato, E.L e Coppa Italia:

“Cercheremo di recuperare Anderson e Wallace proprio per garantirci più ricambi e più qualità in mezzo al campo. Sono giocatori che possono darci molto in campo.”

Nani e Anderson per dare più qualità alla Lazio:

“Avendo a disposizione sia Nani che Anderson potrebbero darti più soluzioni, più approcci e cambi moduli”.

Gli obiettivi stagionali della Lazio:

“Stiamo tenendo il passo di queste quattro corazzate li davanti con medie record in Serie A. La Lazio non è da meno, dobbiamo recuperare una partita e il nostro obiettivo è guardare partita dopo partita”

La gara con i blucerchiati dell’anno scorso:

“Ci siamo già passati con la Sampdoria. Giocavamo in maniera diversa l’anno scorso, una partita giocata benissimo e vinta per l’approccio mentale e quanto espresso in campo. Per domani siamo preparati. Immobile è tranquillo, sa che è normale disputare delle partite senza segnare, ma io l ho visto sereno e pronto a dare il massimo”.

LASCIA UN COMMENTO