di Daniela BONFA’

Giuseppe Pancaro, ex difensore biancazzurro, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio (89.3 FM). Ecco le dichiarazioni dell’eclettico giocatore, che nella stagione 1999/2000 fu Campione d’Italia con l’Aquila sul petto:

“Il premio Lazialità è stato un riconoscimento che mi ha riempito d’orgoglio, è stato un onore riceverlo. La Lazio è stata ed è tutt’oggi una parte molto importante della mia vita; anche i miei figli sono dei tifosi biancazzurri e tutti i giorni incontro sostenitori della Lazio che mi manifestano ancora il loro piacere nel vedermi. Far parte di questa famiglia mi rende molto orgoglioso, il premio ricevuto ha sancito un legame molto forte tra me e la piazza.

Ho sempre pensato al presente, ma con il passare del tempo mi sono reso conto quanto possa esser bello avere un rapporto così forte con una maglia, con un popolo e con una tifoseria. Ora ho piena consapevolezza di questo legame. Mi riconosco nel premio ricevuto: nei sei anni passati in biancazzurro, ricchi di momenti bellissimi, ho vissuto le gioie più intense della mia vita sportiva.

La sconfitta in un derby può creare qualche difficoltà, conoscendo anche l’importanza di questa partita nella Capitale. Nelle ultime tre gare la Lazio ha rallentato, ma è difficile capire il perché. Non bisogna però dimenticare quanto di buono è stato fatto fino ad oggi e quanto di buono si potrà fare. Sono ancora convinto che la Lazio sia molto forte, è una compagine ben costruita e ben allenata. I biancazzurri hanno dei valori, altrimenti non sarebbero mai riusciti a vincere 9 partite consecutivamente. La formazione di Inzaghi riprenderà sicuramente il suo cammino da squadra di vertice.

Il VAR può impedire tanti errori, ma è ancora una novità e tutti devono abituarsi a quest’innovazione. Ci vorrà del tempo per modulare il funzionamento di questo strumento, ma alla lunga sono sicuro che l’innesto della tecnologia risulterà sicuramente positivo.

Domenica la Lazio è attesa da una gara difficile perché la Sampdoria sta ottenendo grandi risultati in casa. I biancazzurri, però, in questo campionato partono sempre favoriti contro compagini come quella dei blucerchiati. La formazione di Inzaghi ha qualcosa in più e deve ripartire trovando entusiasmo. Vincere in un campo così difficile potrebbe riportare nuova linfa, però sarà sicuramente un match molto difficile per la compagine capitolina”.

(Fonte. sslazio.it)

LASCIA UN COMMENTO