L’edizione del giovedì del quotidiano Il Messaggero parla di un retroscena in casa Lazio: stipendi arrivati in anticipo con bonifico partito a Ferragosto e non ai primi di settembre come previsto, un modo del presidente Lotito per premiare la squadra dopo il buon approccio al campionato.




Il regalo al momento non è sul mercato. Gli stipendi di luglio più altre due mensilità pagate in anticipo, i premi dell’ultima qualificazione in Europa League (sorteggio alle 13 del 26 agosto a Istanbul) in arrivo. Chissà se è solo una coincidenza o c’è di mezzo il Toro. Lotito aveva tempo sino a fine settembre, a Ferragosto ha lasciato partire il bonifico come riconoscimento concreto al primo successo, ottenuto da squadra e staff tecnico, contro il Bologna all’Olimpico.






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.