L’edizione del lunedì del Corriere dello Sport fa il punto sulla trattativa Provedel-Lazio: una situazione difficile che vede ora un nuovo stallo dopo l’accordo raggiunto con l’agente del portiere dello Spezia.




Allora ditelo. Un benefico accordo ieri ha chiuso la disputa tra Lotito e l’agente di Provedel, ma non è fatta. Tra il settimo (Vecino) e l’ottavo colpo della Lazio s’è rimesso di mezzo lo Spezia. I liguri non hanno il sì di Dragowski, in scadenza di contratto con la Fiorentina. Era il prescelto per sostituire Provedel, ha preso tempo. Dragowski in realtà non era del tutto convinto di accettare lo Spezia, in primis economicamente. A gennaio può scegliersi da solo la società in cui giocare e può guadagnare di più. La Lazio è appesa alle decisioni dei liguri, senza il via libera non può fi ssare le visite mediche per Provedel. L’operazione col portiere è finalmente defi nita: Lotito e Gianni Rava, il manager, ieri hanno chiuso gli accordi dopo una settimana di traccheggi, di batti e ribatti diretti e indiretti. Non basterebbe una pagina per riportare le due versioni. Le distanze vertevano sulla commissione da riconoscere all’agente, doppiamente scontata per consentire la chiusura. (…) Lotito ieri ha provato a contattare lo Spezia, forte dell’intesa raggiunta da giorni sulla base di 2,5 milioni. Non ha ricevuto risposta. Non si può andare per le lunghe, può trascorrere qualche giorno, poi la Lazio dovrà prendere una decisione. Se Provedel non si sblocca, dovrà chiudere un altro acquisto.






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.