di Alessandro DE CAROLIS

Ecco le pagelle di Salernitana-Lazio, match valido per il 22° turno di Serie A. Prestazione corale della squadra, sugli scudi Immobile, Milinkovic e Lazzari.

Strakosha 6: quasi mai impegnato nei 90’. Semplice spettatore non pagante.

Hysaj 6: nemmeno contro la Salernitana riesce a brillare in fase offensiva. Un terzino quasi impalpabile, vista la nullità in fase offensiva. Può essere una buona riserva, ma non un titolare se sulla fascia c’è Lazzari.

Luiz Felipe 6: partita tranquilla ma riesce comunque a prendere un giallo nella ripresa. Un allenamento vista la pochezza della Salernitana (dal 83’ Vavro 6: una sufficienza di incoraggiamento per un ritorno in campo inaspettato).

Patric 6: partita senza pericoli, tanto da poter giocare da “play” difensivo. Sono le sue partite.

Marusic 6.5: piaceva a Inzaghi, la musica non è cambiata con Sarri. La sua concretezza e la sua fisicità, unito al fatto che è un jolly in entrambe le fasce, lo rendono un elemento essenziale (dal 59’ Lazzari 7: salvate il soldato Lazzari. Oggi più che mai dimostra la differenza tecnica e tattica quasi abissale con Hysaj. Incredibile che un giocatore così non giochi. Lazzari non si deve discutere, è troppo importante).

Cataldi 6.5: buona partita per il centrocampista romano, peccato per il cartellino giallo, molto fiscale e pignolo, nel primo tempo (dal 59’ Leiva 6).

Milinkovic 8: l’assist per Immobile sul gol dell’uno a zero è pura magia. Un colpo di tacco al volo che conferma tutto il suo talento ed estro. Compie altre due o tre giocate pazzesche. Monumentale.

Luis Alberto 6.5: non segna e non fa assist, ma compie una partita di sostanza e di livello. Tanta corsa, come gli chiede sempre Sarri, e sostanza in mezzo al campo.

Pedro 6.5: ottimo primo tempo. Suo l’assist per il raddoppio di Immobile. Imprendibile, un vero incubo per la difesa di casa. Nella ripresa sente un dolore al polpaccio ed esce dal campo (dal 40’ Felipe Anderson 7: entra a freddo e si vede. Molto meglio nella ripresa, soprattutto con l’ingresso di Lazzari. Suo infatti l’assist al bacio per il numero 27 biancazzurro).

Immobile 8: 16° e 17° gol in campionato, capocannoniere della Serie A (+1 su Vlahovic). Una doppietta che stende la Salernitana in appena 10’. La traversa ferma una tripletta da urlo con un colpo di testa da vero centravanti. Immenso.

Zaccagni 6.5: molto bene nel primo tempo costringendo al fallo gli avversari per fermarlo. Cala nella ripresa col passare dei minuti (dal 83’ Romero 6.5: un sinistro educato e tante belle giocate. Può essere il futuro della Lazio).

Sarri 7: la squadra va sul velluto giocando bene e divertendosi. Ottimo l’approccio alla partita con i due gol nei primi dieci minuti. Il popolo laziale attende ancora una risposta sul perché panchinare Lazzari per un giocatore mediocre come Hysaj. È una cosa inspiegabile non farlo partire dal 1’ neanche contro una Salernitana decimata dal Covid. L’azione del 3-0 è impossibile farla col il terzino albanese, non c’è paragone tra i due.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.