Il Covid corre e lo sport torna indietro. Le capienze degli stadi saranno consentite al massimo al 50%, mentre al 35% per gli impianti sportivi al chiuso. Gli stadi torneranno al vecchio sistema già dal 6 gennaio, giorno di ripresa del campionato con la prima partita del girone di ritorno della serie A.




Si scende così dall’attuale 75% a metà della capienza degli impianti e con il pubblico seduto a scacchiera per garantire la distanza minima. Misure inevitabili, considerata l’impennata di casi positivi in tutto il Paese.La capienza al 75% era stata decisa l’11 ottobre scorso, allora ci si augurava un aumento fino al 100% in tempi brevi, dopo tre mesi si deve di nuovo scendere alla metà dei posti.

In serie A la percentuale di giocatori vaccinati è del 98%, per tutti varrà l’obbligo del green pass rafforzato: i no vax non potranno più prendere parte a nessuna attività agonistica, poiché non sono previste deroghe per i professionisti. Di fatto è una sorta di obbligo al vaccino, perché non potendo prendere parte a sport di squadra senza il green pass rafforzato chi non è vaccinato non può svolgere attività agonistica (quelle dei professionisti lo sono) con i compagni.

(fonte: corriere.it)






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.