di Alessandro DE CAROLIS 

Nel ritiro di Auronzo di Cadore, Luiz Felipe parla della Lazio targata Maurizio Sarri e del suo futuro con la maglia biancazzurra.

“Sto bene, in vacanza mi sono allenato per fare un buon ritiro. Voglio continuare così per stare bene alla prima di campionato. L’inizio ovviamente non è facile, visto che veniamo da cinque anni di difesa a 3. I movimenti difensivi sono diversi ma stiamo lavorando per arrivare a quello che ci chiede il mister. Sarri è uno dei migliori allenatori in Europa, chiede di dare tutto in ogni allenamento. Inzaghi è stato qui cinque anni, ha vinto e lo ringrazio, ora però appartiene al passato”.

“I nostri portieri ci aiutano, Reina ha esperienza, Strakosha è un grande portiere come Pepe: a me non cambia nulla chi gioca, è una scelta del mister. Acerbi? Gli ho mandato un messaggio di congratulazioni, lo aspetto. Mi dispiace non andare all’Olimpiade ma ho fatto una scelta per stare bene e recuperare la forma migliore. Felipe Anderson? Tutti conoscono le sue qualità, per me è un fratello, mi ha subito fatto sentire uno di famiglia. Spero che riesca a dare tutto perché è un grande giocatore, farà grandi cose”.

“Rinnovo? Qui sto bene, mi sento in famiglia. Il contratto lo lascio però al mio procuratore e Tare, io penso solo a lavorare e stare qui tanti anni perché alla Lazio sto bene. Voglio aiutare la squadra, a prescindere dalla posizione. Lo scorso anno, causa infortunio, è stato difficile, ora voglio riscattarmi. La maglia della Nazionale è un sogno per tutti, questo però passa dalle vittorie con la Lazio”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.