di Alessandro DE CAROLIS

CAGLIARI-LAZIO 4-3

Marcatore: 8′ Castigliani (L), 16′ Novella (L), 24′ Contini (C), 31′ Desogus (C), 66′ Marino (L), 74′ Desogus (C), 80′ Contini (C)

CAGLIARI (4-2-3-1) – Ciocci; Zallu (74′ Iovu), Boccia, Cusumano, Michelotti; Conti (68′ Schirru), Cavuoti; Tramoni (46′ Masala), Desogus, Contini (83′ Kouda); Luvumbo A disp.: D’Aniello, Fusco, Spanu, Palomba, Sulis, Delpupo, Sangowski All.: Alessandro Agostini

LAZIO (4-3-1-2) – Furlanetto; Floriani Mussolini, Amini (88′ Pica), Franco, Novella; A. Marino, Bertini, Ferrante (85′ Shehu); Moro; Tare (46′ Cerbara), Castigliani A disp.: Pereira, Peruzzi, T. Marino, Nasri, Czyz, Cesaroni All.: Leonardo Menichini

ARBITRO: Mario Vigile (sez. di Cosenza)

ASSISTENTI: Ravera  – Bonomo

NOTE: Ammoniti: 15′ Desogus (C), 18′ Novella (L), 33′ Tramoni (C), 71′ Zallu (C) Rec: 1’pt, 3′ st

La Lazio ha ormai un piede nella fossa, quasi certa la retrocessione diretta nel campionato Primavera 2. La vittoria del Torino sul Bologna per 4-1 manda i granata a +5, consolidando così il terzultimo posto valido per lo spareggio con la quartultima, che, salvo riforma, costituirà l’ultima chance per rimanere nel campionato Primavera 1. Perdere così fa male, perché questa volta i segnali di ripresa si sono visti. Il doppio vantaggio maturato in soli 16′ non si è rivelato di buon auspicio. I padroni di casa acciuffano il pareggio nella seconda metà del primo tempo. Nella ripresa succede di tutto, una partita pazza, quasi folle. Lazio di nuovo in vantaggio con Marino al 66′ e con il match-point fallito al 72′ da Raul Moro. Un calcio di rigore sbagliato proprio dal gioiellino biancazzurro ribalta morale, equilibri e partita. Gol mangiato, gol subito. La dura legge del gol colpisce la Lazio dopo soli 2′ dal rigore sbagliato. Il Cagliari pareggia al 74′ con Desogus (doppietta) e addirittura la vince al 80′ con la rete di Contini (doppietta anche per lui). Ora mancano 3 partite alla fine: Inter (in casa), Genoa (in trasferta) e Ascoli (in casa). Il calendario del Torino prevedere: Empoli (in trasferta), Juventus (in casa) e Sampdoria (in trasferta). I biancazzurri hanno il vantaggio di giocarne 2 su 3 in casa (il Torino 2 su 3 in trasferta) e con un calendario leggermente migliore. Lo scontro diretto è a favore dei biancazzurri, quindi occorrerà recuperare 5 punti con i 9 disponibili.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.