L’ora della verità. Stasera Claudio Lotito e Maurizio Sarri si incontreranno per trovare gli accordi non soltanto economici ma anche (e forse soprattutto) tecnici. Sarri è un allenatore aziendalista ma molto pignolo nel suo lavoro: chi dice che ha sempre chiesto grande movimenti sul mercato lo conosce poco, anzi zero. Sarri non chiede mai, al massimo indica i ruoli da coprire, non i nomi.




E’ normale che passare da un 3-5-2 a un 4-3-3 (o 4-3-1-2, meglio se 4-3-3) imponga qualche intervento. Quanti? Cinque o sei, tenendo conto che Milinkovic-Savic è imprescindibile, Luis Alberto anche, Lucas Leiva per caratteristiche piace. E i vari Acerbi, Luiz Felipe, Immobile, lo stesso Marusic non sono in discussione. Lazzari? Certo, da terzino in un 4-3-3 non sarebbe la stessa cosa, intanto la Lazio vorrebbe cautelarsi con Hysaj, pupillo di Sarri e che piace anche alla Fiorentina. Esattamente come sarebbe gradito lo stesso Maksimovic per avere un centrale in più. Boateng è stato proposto, ma ai tempi della Juve era accaduta la stessa cosa e Sarri non si era riscaldato dinanzi a quell’ipotesi. Questi e ovviamente altri discorsi verrano toccati domani, una cosa è sicura: non andremo allo sfinimento.

(fonte: alfredopedulla.com)






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.