di Fabio BELLI

Forse aveva ragione Vigorito, qualcuno voleva salvare il Torino a scapito del Benevento, o comunque condannare i sanniti. Dopo la sfida col Cagliari, è sempre il VAR a dare il colpo di grazia al Benevento salvando un Torino che Cairo tiene a galla con arroganza, insultando la tribuna laziale a fine partita. La Lazio c’ha provato, con poca convinzione nel primo tempo, più nella ripresa quando Immobile ha fallito il penalty decisivo, ma sono incredibili quelli non fischiati a Muriqi, per non parlare del gol annullato nel primo tempo. Doveva andare così, cose sempre successe in Serie A ma che le telecamere rendono ancor più spudorate.

FORMAZIONI – Lazio rimaneggiata con Acerbi squalificato, Milinkovic-Savic a riposo dopo aver presenziato nel derby nonostante la frattura al naso, Correa e Caicedo out in attacco. Ci sono Luiz Felipe al centro della difesa, Akpa Akpro titolare a centrocampo, Fares sulla corsia di sinistra e Muriqi confermato in attacco al fianco di Immobile. Nel Toro nonostante la diffida in campo Belotti, Sanabria fa coppia col centravanti granata.

IMMOBILE, GOL ANNULLATO MISTERIOSAMENTE – Come prevedibile i ritmi a inizio far non sono forsennati, al 5′ bel cross di Radu ma Muriqi non arriva all’impatto col pallone coi tempi giusti e spedisce il pallone fuori. Il primo tempo si scandisce comunque a ritmi molto lenti, la Lazio si fa rivedere in avanti solo al 23′ con una conclusione da grande distanza di Fares che finisce fuori, il Toro è praticamente non pervenuto in avanti fino al 26′, quando un’uscita difettosa di Strakosha porta Sanabria a tentare la deviazione sotto misura: scintille tra i due e il portiere laziale viene ammonito. Ci prova anche Immobile, chiuso al momento del tiro dopo essersi girato in area, ma il sussulto principale del primo tempo arriva all’inizio del recupero: sponda area di Muriqi che lancia in area Immobile, che si sbarazza di Nkoulou e scarica a rete. Gol annullato per un fallo francamente “misterioso”, non arriva neanche la correzione del VAR e Inzaghi si infuria con Aureliano, ma si va al riposo col risultato ancora a reti bianche.

PALI E RIGORE SBAGLIATO, IL TORO SI SALVA – Accade un po’ di tutto in un secondo tempo confuso, ma in cui la Lazio riesce ad attaccare con maggiore veemenza. Protestano i biancazzurri per una spallata non fischiata di Ansaldi su Muriqi, ancora una volta il VAR fa finta di non vedere, mentre il Toro al 26′ punge con Sanabria, che colpisce il palo. Al 38′ però nonostante un fuorigioco inesistente fischiato, Aureliano al VAR deve segnalare il mancato offside e convalidare il fallo in area fischiato su Immobile: il penalty però trova Sirigu pronto ad allungarsi sulla trasformazione del bomber, pallone sul palo e 0-0 conservato. Ultimo brivido al 96′ con Lazzari che spezza di testa, Sirigu è battuto ma è ancora il palo a salvare il Toro. Nel replay però una netta sbracciata di Bremer su Muriqi viene ignorata: la Lazio perde 2 punti poco influenti ma il Benevento la Serie A, che viene conservata dal Toro.

IL TABELLINO

SERIE A

LAZIO-TORINO 0-0

LAZIO (3-5-2) – Strakosha; Marusic, Luiz Felipe (68′ Patric), Radu (75′ Parolo); Lazzari, Akpa Akpro (75′ Pereira), Leiva (68′ Escalante), Luis Alberto, Fares (61′ Lulic); Muriqi, Immobile. A disp.: Reina, Alia, Armini, Cataldi. All.: Simone Inzaghi

TORINO (3-5-2) – Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; Singo, Rincon (86′ Baselli), Mandragora, Lukic, Ansaldi; Sanabria (86′ Zaza), Belotti (93′ Verdi). A disp.: Milinkovic, Ujkani, Buongiorno, Lyanco, Rodriguez, Vojvoda, Linetty, Bonazzoli. All.: Davide Nicola

Arbitro: Michael Fabbri (sez. Ravenna)

Assistenti: Tegoni-Cecconi

IV uomo: Dionisi. V.A.R.: Aureliano. A.V.A.R.: Liberti

NOTE. Ammoniti: 27′ Strakosha (L), 50′ Luis Alberto (L), 61′ Luiz Felipe (L), 81′ Pereira (L). Recupero: 2′ pt, 5′ st

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.