Al momento nessuna sentenza del ricorso fatto dalla Lazio sul match non giocato contro il Torino. I giudici hanno posticipato così la decisione, che arriverà soltanto nei prossimi giorni. Il dibattimento alla Corte d’Appello della Federazione è durato circa un’ora. “Abbiamo ribadito di aver provato documentalmente le ragioni del Torino con la conferma della sentenza del giudice sportivo. È innegabile la causa di forza maggiore per cui il Torino non poteva raggiungere l’Olimpico per la partita del 2 marzo”, ha spiegato il legale del club granata Eduardo Chiacchio.




Il club biancazzurro ha ribadito invece le proprie ragioni per cui la partita andava comunque giocata e ha chiesto l’omologazione del 3-0 a tavolino. La Lazio ha insistito sui provvedimenti adottati dalla Asl di Torino: la quarantena disposta il 23 febbraio non poteva decorrere dal 24 e scadere il 2 marzo, proprio nel giorno in cui era in programma la partita dell’Olimpico.

(fonte: corrieredellosport.it)






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.