Sei giocatori granata positivi, per questo ieri la Asl di Torino ha deciso di imporre lo stop alla squadra per sette giorni. Scelta che di fatto obbligherà la Lega a cancellare dal calendario la partita di venerdì contro il Sassuolo, in attesa di capire che cosa sarà di Lazio-Torino di martedì 2 marzo, fra sette giorni. «È un focolaio – fanno sapere dalla Asl – perché ha le caratteristiche di velocità e continuità: troviamo 2-3 casi a ogni esame». Asintomatici, i sei giocatori positivi sono in isolamento, il resto del gruppo è in quarantena per sette giorni.

Niente allenamenti, la Asl lo ha deciso e messo nero su bianco mentre il club sottoponeva la squadra e lo staff (come tutti i dipendenti che lavorano al Filadelfia, magazzinieri, manutentori e sicurezza, una cinquantina di persone) a un ulteriore giro di tamponi. Per l’ufficio sanitario locale del dipartimento prevenzione la situazione già ieri era sufficientemente grave da non aspettare oltre, «anche se – fanno sapere – i calciatori sono monitorati con attenzione e ripeteranno i tamponi ogni 48 ore, quindi la quarantena potrà essere rimodulata nel week end. In assenza di ulteriori contagi potrebbero tornare ad allenarsi anche in gruppo. Cosa ora da escludere».

Toccherà alla Lega, che già ieri ha contattato i sanitari torinesi, prendere atto dell’indicazione e decidere il da farsi per Torino-Sassuolo e forse anche per Lazio-Torino di martedì, visto che la squadra di Nicola, al momento, starà ferma sino a quel giorno. Palla alla Lega, aspettando i risultati degli esami. Tutto era cominciato giovedì, quando due giocatori (Buongiorno e Murru) erano usciti dai convocati per Cagliari. A loro si era aggiunto Linetty, rispedito a casa dalla Sardegna venerdì per un esame non negativo che sabato è diventato positivo.

La squadra ha applicato i protocolli, ma il virus circolava e nelle ultime 24 ore è stato trovato negli esami di altri tre granata. Il club ha scelto e confermato il riserbo sui nomi, ma in città e sui social tutti hanno notato che il capitano, Andrea Belotti, non era in ospedale con la moglie Giorgia Duro lunedì notte, quando è nata Vittoria, la loro primogenita, annunciata in un post proprio dalla compagna del numero 9 granata.

(Fonte: Corriere della Sera / Radiosei.it)

M. G. – Il Corriere della Sera

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.