di Gian Luca MIGNOGNA

Come ben sanno tutti i calciofili capitolini, se la Città di Roma figura nell’Albo d’Oro delle competizioni europee ufficialmente riconosciute dall’UEFA, il merito é solo e soltanto della Lazio, che nel 1998/99 si aggiudicò a pieno titolo l’ultima edizione della Coppa delle Coppe e nella stagione successiva riuscì addirittura nell’impresa di strappare la Supercoppa Europea ai mostri sacri del Manchester United guidati da Sir Alex Ferguson.

Conteggiando tutte le gare di Champions League (Coppa dei Campioni), Coppa delle Coppe, Europa League (Coppa Uefa), Supercoppa Europea e Torneo Intertoto, emerge nettamente come sia ancora Paolo Negro il leader incontrastato dei giocatori laziali più presenti nelle gare europee.

In questa speciale “Top 12” Paolo Negro, eclettico difensore di Arzignano e più volte nazionale azzurro, guida un podio formato da soli elementi difensivi, in cui stacca di alcune lunghezze Luca Marchegiani (secondo),  Giuseppe Favalli e Senad Lulic (terzi).

Proprio Senad Lulic, nella sfortunata sfida di andata col Bayern Monaco, è riuscito a debuttare in Champions League ed a conquistare il podio di questa speciale classifica, nella quale, ad eccezione del bosniaco e di Stefan Radu, figurano prevalentemente calciatori laziali dell’epoca cragnottiana:

1) Paolo Negro: 64 presenze

2) Luca Marchegiani: 58 presenze

3) Giuseppe Favalli: 57 presenze

3) Senad Lulic: 57 presenze

5) Giuseppe Pancaro: 49 presenze

6) Dejan Stankovic: 48 presenze

7) Fernando Couto: 46 presenze

8) Alessandro Nesta: 45 presenze

8) Pavel Nedved: 45 presenze

10) Stefan Radu: 44 presenze

11) Simone Inzaghi: 43 presenze

11) Sinisa Mihajlovic: 43 presenze

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.