L’avv. Gian Luca Mignogna, direttore editoriale di Laziostory.it, è intervenuto sui 98.100 di RadioSei, interpellato sul caso tamponi e sulle possibili conseguenze per la Lazio:




Sono stra convinto che la linea difensiva della Lazio alla fine prevarrà, sono fiducioso perché conosco i punti di questa linea e sono certo che ci sarà una sanzione finale abbastanza mite. Il deferimento però è stato molto pesante, oserei definirlo giustizialista perché ci sono molti capi di imputazione. Il problema è che quando c’è una procura giustizialista abbiamo l’obbligo di chiederci se anche il tribunale federale sarà della stessa corrente, questo è il fatto che preoccupa. Ci saranno certamente più gradi di giudizio. Sanzioni? Questo sarà un caso che farà giurisprudenza, una stessa violazione può comportare da un’ammenda fino alla penalizzazione in campionato o all’esclusione dallo stesso. Qui viene invocata la violazione del protocollo Figc che però viene desunta dalle procedure Uefa e già questo è un caso anomalo. La Lazio non ha violato direttamente i protocolli Figc, ma è accusata di averli violati perché ci sono state in precedenza delle risultanze Uefa. Anche sulla comunicazione alla Asl sicuramente il laboratorio di Firenze ha reso nota la positività di questi tamponi, non c’è scritto da nessuna parte che la Lazio doveva comunicare a sua volta all’autorità sanitaria che era già stata attenzionata da questa questione. Si va per interpretazione, ma quel che preoccupa è proprio l’interpretazione che dà la procura federale”.






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.