Il 7 Ottobre 1922, 97 anni fa,  nasceva Tommaso Maestrelli: il ricordo della Lazio e del figlio Massimo. Il club biancazzurro sul suo sito ufficiale ha ricordato il mister del primo Scudetto:




7 ottobre 1922. Pisa. Nasceva esattamente 97 anni fa Tommaso Maestrelli. Prima calciatore, poi allenatore. In panchina ha svolto una lunga gavetta che, da Lucca, lo ha portato nella Capitale al termine di svariate esperienze, tra le quali la più importante fu quella vissuta a Foggia. Una squadra che sarebbe tornata inesorabilmente nel destino di Maestrelli e della sua Lazio. Approdato sulla panchina biancazzurra nel 1971, il tecnico toscano ottenne da subito grandi successi trascinando il gruppo nella massima serie italiana alla sua prima stagione e dando così inizio ad un processo di crescita che, nella stagione 1973/74, portò la Banda Maestrelli a vincere il primo storico Scudetto della Lazio.

Ora è lassù e ci guarda. Buon compleanno Maestro.”




Per ricordare il padre Tommaso nel giorno dell’anniversario della sua nascita, il figlio Massimo Maestrelli è intervenuto sugli 88.100 di ElleRadio nella trasmissione Laziali On Air, condotta da Danilo Galdino e Fabio Belli:

E’ sempre toccante vedere che i laziali ricordano sempre la data di nascita di mio padre, per un figlio è un qualcosa di davvero molto bello. Siamo a 97 anni, quasi a quota 100. Vedendo Mihajlovic in panchina ieri ho visto la sofferenza di mio padre che tornò in panchina dopo la malattia perdendo una partita in casa contro il Napoli su un calcio di punizione realizzato da Boccolini. Soffrì molto per quella sconfitta, vedendo quella traversa ho pensato che il destino sportivo è stato benevolo con lui. Ricordo che l’arbitro, Casarin di Milano, si scusò con mio padre, gli disse: “Avessi saputo che quella palla sarebbe entrata non avrei fischiato quel calcio di punizione”. Sono situazioni che vanno oltre una partita di calcio.






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.