Nato a Mantova il 14 giugno 1921, Uber Gradella arrivò dal Verona in biancazzurro nel 1940. L’Aquila sul petto Uber la tenne in tutto il decennio. Nella Lazio, Gradella disputò 161 gare tra Serie A, Coppa Italia e campionati di guerra.




L’estremo difensore mantovano si affermò tra i biancazzurri, capitanati da Silvio Piola che divenne un grande amico di Gradella. Nel febbraio del 1948, a pochi minuti dal termine di Atalanta-Lazio, l’ex Verona si infortunò gravemente perdendo la maglia da titolare. Piuttosto che giocare con un’altra squadra preferì abbandonare il calcio.

Ricordato per signorilità ed eleganza, Uber Gradella accorse all’Olimpico il 6 ottobre del 2011, in occasione del match tra Lazio e Novara, partecipando alla commemorazione dell’amico Silvio Piola, ricevendo in questo modo l’ultimo abbraccio del popolo laziale.

Si è spento a Roma il 6 gennaio 2015, oggi avrebbe compiuto 98 anni.

(fonte: agenzia ufficiale ss lazio)






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.