di Alessandro DE CAROLIS

Lazio-Lecce 3-1

Marcatori: 29′ rig. Doratiotto (LE), 45′ Baxevanos (L), 51′ Mohamed (L), 94′ Cerbara

LAZIO (3-5-2): Alia; De Angelis, Armini, Baxevanos; Zitelli (66′ Kalaj), Mohamed, Bianchi, Czyz, Falbo; Capanni, Scaffidi (72′ Cerbara) A disp.: Marocco, Franco, Kaziewicz, Petricca, Arapi, Shoti, Francucci, Cesaroni, Nimmermeer, Zilli All.: Valter Bonacina

LECCE (4-3-3): Centonze; Pierno (72′ Dario), Monterisi, Gianfreda, Laraspata; Tarantino (72′ Maselli), Doratiotto, Cancelli; Suma, Lezzi, Avantaggiato (64′ Castrovilli) A disp.: Petrarca, Mele, Vergari, Taveri, Mancarella, Dacosta All.: Sebastiano Siviglia

ARBITRO: Paride Tremolada (sez. di Monza) Ass: Mirco Carpi Melchiorre – Tiziana Trasciatti

NOTE: Ammoniti: 42′ Lezzi (LE), 70′ Capanni (L)

Nella semifinale dei play-off la Lazio affronta il Lecce nelle mura amiche del Fersini per il miglior piazzamento in campionato. Una gara fondamentale iniziata e approcciata nel peggiore dei modi con i pugliesi padroni del campo. Il rigore di Doratiotto apre le marcature al 29′ a premiare una netta supremazia degli ospiti. I biancazzurri ci mettono un pò a entrare in partita, ma la reazione arriva a fine primo tempo con il pareggio di Baxevanos. Il difensore è lesto a insaccare di testa approfittando di un’uscita avventata del portiere. Nella ripresa gli aquilotti dimostrano un cambio di marcia e mentalità. Al 47′ infatti subito una palla-gol per i ragazzi di Bonacina vicini al vantaggio con Mohamed. Un errore grossolano per il centrocampista laziale che si riscatta al 54′ insaccando in rete la palla della rimonta. Da sottolineare nell’azione del 2-1 l’ottima progressione e l’assist di Zitelli. Tanta sofferenza fino al 95′, con una partita molto fisica e combattuta. Chiude le speranze dei pugliesi Cerbara al 94′ con la rete del 3-1. Perfetto il contropiede biancazzurro con il Lecce tutto riversato in avanti alla ricerca del pareggio. Al triplice fischio finale parte però la festa biancazzurra: la Lazio è in finale per ritornare subito in Primavera 1. Mancano ancora 90′ all’impresa.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.