di Alessandro DE CAROLIS

Nella conferenza stampa della vigilia il tecnico Simone Inzaghi ha parlato della sfida contro il Cagliari. Ultimi punti pesanti per ottenere almeno un piazzamento in Europa League. Strakosha e Milinkovic non convocati. Proto è pronto all’esordio in Serie A. Badeji al posto di Leiva, insieme a Parolo e uno tra Cataldi e Luis Alberto (il primo in leggero vantaggio). Davanti riposo per Immobile (in panchina) con il duo Correa-Caicedo.

“Ci stiamo leccando le ferite perché abbiamo perso una partita per noi importantissima. Una sconfitta meritata per degli episodi che non hanno girato a nostro favore. Ma in questi giorni abbiamo lavorato molto bene”.

“Strakosha assente, non sarà tra i convocati. Ha un problema che si trascina da sempre. Gioca Proto, un portiere affidabile, un vero professionista. Milinkovic oggi ha provato ad allenarsi con la squadra ma ha provato dolore, il provino di stamane non è andato bene. Quindi anche lui non sarà convocato”.

“Ora sto pensando al Cagliari che è una partita essenziale per noi per rimanere comunque in Europa”.

“Tutti sanno il mio attaccamento alla maglia. Abbiamo ancora l’opportunità di giocarci ancora tanto a maggio, cosa non così scontata come sembra a molti. Io e il mio staff vogliamo continuare a dare il meglio per la Lazio”.

“Avere quattro squadre in due finale è la conferma di un calcio molto intenso quello ingelse. Hanno grossi budget, stadi di proprietà, stanno avanti rispetto a noi. Ma il calcio italiano sta cercando di migliorarsi e tornare agli apici di una volta”.

“Non facendo più giocare un mio giocatore dopo un errore mi ritroverei a giocare le partite io e il mio staff. Wallace non è stato l’unico a commettere errori”.

”Non solo Wallace, a tutti non ha dato morale una sconfitta come quella con l’Atalanta. Abbiamo la fortuna e la bravura di giocarci una finale. In campionato abbiamo ancora nove punti per cercare di rimanere ancora in Europa. Domani dopo il risveglio deciderò se il brasiliano giocherà o meno”.

“Per quanto riguarda i dati sono buoni ma io non vivo solo di dati. La squadra sta bene a livello fisico. Gli errori accadono e quando ci sono vieni pagato. Con l’Atalanta abbiamo pagato”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.