Ugo Russo, voce storica di Tutto il Calcio Minuto per Minuto, è intervenuto sugli 88.100 di ElleRadio nella trasmissione Laziali On Air, condotta da Danilo Galdino e Fabio Belli:




E’ un ottimo momento per la Lazio, ricordando anche come si è persa la partita contro la Juventus, la serie positiva poteva essere ancora più lunga. La partita di ieri oggettivamente è stata bruttissima, ma bellissima è stata la vittoria: la Lazio è scesa in campo senza elementi fondamentali, tra Luiz Felipe, Marusic, Parolo, Luis Alberto e Ciro Immobile non era facile far fronte alle assenze, ma ha prevalso la voglia di vincere a tutti i costi. Spenderei una parola di elogio per Caicedo, che ha dimostrato una determinazione che ne riscatta molte critiche subite. Poi sono tre partite, considerando solo i tempi regolamentari contro l’Inter, in cui la Lazio non subisce gol. Nel calcio spesso vincere vuol dire non prenderle, e la stabilità della difesa con un Acerbi che giganteggia è un segnale molto confortante.




Va sottolineato il rinvio di Lazio-Udinese: trovo paradossale che, se la Lazio dovesse andare avanti in Europa League, non ci sarà una data utile per recuperare questa partita. In più il Rugby condiziona troppo il cammino della Lazio, bisognerebbe trovare soluzioni diverse.

Il Siviglia è sicuramente la squadra peggiore che poteva capitare alla Lazio a livello di sorteggio, un match che se superato può darti consapevolezza di giocarti fino in fondo l’Europa League. In Serie A l’Inter degli ultimi tempi può riaprire una prospettiva in più in chiave qualificazione in Champions League, una squadra che non ha gioco in questo momento e la delusione più grande è sicuramente Nainggolan, un giocatore preso per dare una dimensione diversa a questa squadra che ogni partita che passa è sempre meno brillante. Finora Spalletti a Milano non sta raccogliendo consensi come previsto.”




Berisha è un giocatore che sicuramente ha scontato l’infortunio che l’ha tenuto lontano dal campo a inizio stagione e questo non gli ha permesso di amalgamarsi bene con i nuovi compagni. Forse avrei puntato su un altro giocatore, ma la volontà e l’impegno visti contro l’Empoli non mi sono dispiaciuti, probabilmente ha bisogno di giocare con più continuità per valutarne in maniera più completa il rendimento. Contro i toscani piuttosto mi sarei aspettato qualcosa in più da Lucas Leiva, che probabilmente aveva bisogno di tirare il fiato.

Pedro Neto indubbiamente ha delle grandi qualità, al momento riesce a ritagliarsi spazi minimi nella Lazio, indietro nelle gerarchie rispetto a chi gioca in attacco. E’ un giovane che se sentisse forse di più la fiducia dell’allenatore potrebbe cominciare a rendere di più. E’ importante considerarlo un patrimonio per il futuro sul quale contare, poi potrà mostrare di volta in volta quello che vale.






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.