L’avv. Gian Luca Mignogna è intervenuto sui 98.100 di RadioSei nella trasmissione “Non Mollare Mai”, condotta da Alessio Buzzanca e Stefano Pantano:




Avevo preannunciato che ci sarebbe stata la presentazione di queste nuove prove, frutto del lavoro del Centro Studi Nove Gennaio Millenovecento di Pasquale Trane, e questo è avvenuto durante l’evento dedicato a Flavio e Francesco a Monterotondo Scalo. Ci sono ancora almanacchi che riguardo il campionato 1914/15 sostengono che la Lazio fosse ferma alla fase eliminatoria, in competizione per il campionato regionale. Invece sappiamo bene che addirittura la Lazio è arrivata ad essere campione del centro-sud, perché venne annullata la finale meridionale tra Naples e Internazionale di Napoli.




La vincente del centro-sud avrebbe poi dovuto affrontare la vincente del campionato settentrionale, in cui peraltro non erano state disputate tutte le partite. Di fatto Lazio e Genoa erano come due macchine in testa al fotofinish in una corsa automobilistica. L’amico Pasquale Trane ha scoperto che il quotidiano L’Italia Sportiva continuò ad essere pubblicato dopo la Grande Guerra, certificando nero su bianco che la Lazio del 1915 fu la squadra campione del centro-sud, con la posizione di parità tra Lazio e Genoa che si palesa ancora più evidente. L’Italia Sportiva divenne l’organo ufficiale della FIGC per il centro-sud, così come la Gazzetta dello Sport lo fu per il centro-nord, rendendo dunque autorevolissima la fonte che certificò la Lazio come campione dell’Italia centromeridionale ed unica finalista nazionale certa.




I DOCUMENTI: SULL’ITALIA SPORTIVA LAZIO CAMPIONE DEL CENTRO-SUD

18.06.1920 L’Italia Sportiva Lazio Campione centro-meridionale nel 1915

18.06.1920 L’Italia Sportiva Lazio Campione centro-meridionale nel 1915 (pagina intera)

11.10.1920 L’Italia Sportiva organo ufficiale della FIGC pagina intera

11.10.1920 L’Italia Sportiva organo ufficiale della FIGC

Questi documenti domani verranno depositati agli atti della FIGC: io mi auguro che questo deposito abbia la giusta cassa di risonanza nei media non solo locali, ma anche nazionali, perché la scoperta è di una portata veramente gigantesca, e meriterebbe che i giornali come Corriere dello Sport, Gazzetta dello Sport, Tuttosport, Il Tempo, Il Messaggero, Repubblica, Corriere della Sera e tutti gli altri, diano finalmente risalto a queste scoperte che ormai certificano il diritto certo della Lazio a vedersi assegnato lo Scudetto ex aequo col Genoa. Mi sono lamentato spesso dell’oscurantismo che i media nazionali hanno riservato alla questione, il problema spesso sono gli stessi editori. Di fronte a questa nuova notizia, con l’onestà intellettuale che gli voglio riconoscere, non credo possano decidere di voltarsi da un’altra parte.

Sarà sicuramente una grandissima coincidenza, ma ogni volta che c’è stata una tappa fondamentale in questo cammino nelle scoperte per lo Scudetto del 1915, ogni qualvolta che abbiamo annunciato qualcosa, mediaticamente si è spostata l’attenzione su qualcosa che ha posto in secondo piano la vicenda. E’ stato sistematico, ed è successo anche questa settimana: giustissimo impiegare energie e spazio per difendere la Lazio, ma c’è un altro argomento importantissimo come lo Scudetto 1915 che non dobbiamo assolutamente permettere che finisca in secondo piano, facendoci prendere all’amo da chi probabilmente è felice di distogliere l’attenzione.






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.