Raffaele Sergio, ex terzino della Lazio, è intervenuto sugli 88.100 di ElleRadio nella trasmissione Laziali On Air, condotta da Danilo Galdino e Fabio Belli:




“Credo che al di là delle polemiche arbitrali contro il Torino la Lazio abbia confermato di essere una squadra di buona caratura, che non ha trovato però ancora l’assemblaggio giusto. E’ una squadra che ha bisogno di tempo, che soprattutto deve ritrovare protagonisti che l’anno scorso hanno fatto la differenza come Milinkovic-Savic. Io sono fiducioso, la squadra è competitiva e Inzaghi col suo equilibrio che sempre l’ha contraddistinto riuscirà a trovare l’assetto giusto.”




“Come alternativa sulla fascia destra da reperire sul mercato servirebbe un giocatore simile a Marusic, Zappacosta è un giocatore di grande spinta che potrebbe essere ideale per il 3-5-2 di Inzaghi. Il tecnico della Lazio in questi anni ha avuto sempre la bravura di saper leggere le caratteristiche dei giocatori a sua disposizione, sapendo trovare la posizione ideale per tutti. Ha saputo far rendere in maniera eccellente giocatori anche normali: Zappacosta è secondo me un ottimo giocatore ma va inserito in un contesto di 3-5-2 e 3-4-3, sistema di gioco in cui si era trovato bene anche nel Chelsea di Conte. A 4 potrebbe avere più difficoltà, le stesse che ha avuto Caceres, che pur essendo un calciatore di grande qualità trova più difficoltà a 5.”




Le squadre italiane in Europa stanno assottigliando il gap con le big, l’arrivo di Cristiano Ronaldo è stato un segnale ben preciso. Io ho avuto la fortuna di giocare contro Maradona e la cosa che mi ha impressionato non è stata la qualità del giocatore in sé per sé, bensì la forza e il carisma che trasmetteva ai suoi compagni.



LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.