di Alessandro DE CAROLIS

Nella vigilia di Lazio-Sampdoria il tecnico Simone Inzaghi è intervenuto nella sala stampa di Formello per parlare della sfida contro i blucerchiati. Una vittoria per tenere il passo della Champions e cancellare del tutto ogni polemica. Leiva ancora non recupera, Marusic a rischio con Patric pronto dal 1′. In avanti Caicedo è dietro rispetto al ballottaggio Correa/Luis alberto.

“Io penso che il presidente e il direttore hanno detto delle belle parole. Non ne avevo bisogno perché la loro vicinanza la sento ogni giorno. Ho la fortuna di stare qui da venti anni e conosco bene l’ambiente. La definizione di Ferrari ingolfata è compito mio farla correre al massimo dei giri. Io stesso sono rimasto deluso per la partita di Cipro e l’atteggiamento col Chievo. È pur vero che se quel palo di Immobile entrava avremmo avuto una settimana differente”.

“Questa settimana insieme alla società abbiamo condiviso il ritiro non per punire ma per fare un analisi. Per stare insieme ed analizzare ciò che non è andato nelle ultime due partite. Vogliamo ambientarci perché siamo ambiziosi”.

“La Champions non deve essere un’ossessione. Noi veniamo da due quinti posti consecutivi. Due anni fa ne andavano tre ma eravamo quarti a pochi punti dalla terza nelle giornate finali. L’anno scorso è andata come è andata. Ma ripeto non deve diventare un’ossessione”.

“I fatti di quello che ci è capitato l’anno scorso è sotto gli occhi di tutti. L’anno scorso avevo detto di non voler parlare di arbitri e VAR e farò così anche quest’anno. Tutti si ricordano l’ultima partita con l’Inter dove è dipeso da noi, ma ci sono stati altri episodi non dipesi da noi che ci sono costati la Champions”

“In questo ritiro abbiamo fatto tutto: video, analisi e ottimi allenamenti. Abbiamo lavorato al meglio per correggere gli errori delle ultime giornate. Abbiamo avuto tempo per stare insieme e come sempre ho trovato massima disponibilità da un gruppo maturo”.

“Milinkovic sono orgoglioso di averlo e di allenarlo. Sta crescendo e la sua condizione va di pari passo con la Lazio. Ci aveva abituato a ben altri ritmi l’anno scorso e sta facendo il possibile per tornare a fare la differenza”.

“La Samp è una squadra molto organizzata con un ottimo allenatore. Verranno a Roma per fare la partita ma noi vogliamo fare di tutto per vincere la partita e risollevarsi in classifica”.

“L’abbiamo visto domenica a Verona. Possono giocare più difensori offensivi, per ora la sto usando a gara in corso. Non nego che più in la potrebbe essere una soluzione dal primo minuto”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.