Sandro Mazzola è intervenuto sugli 88.100 di ElleRadio nella trasmissione Laziali On Air, condotta da Danilo Galdino e Fabio Belli, alla vigilia di Lazio-Inter:




Mi aspetto una partita molto bella e da interista credo che sarebbe positivo anche un pareggio, vorrebbe dire che la squadra ha acquisito la giusta mentalità per uscire indenne dai campi più difficili della Serie A.

In linea di massima dell’Inter mi ha colpito il modo in cui vengono affrontate le partite, con la determinazione giusta e con pochi sbagli. Una caratteristica che appartiene anche alla Lazio, devo dire.




Difficile dire su chi puntare a livello di singoli, dire che le due squadre non sono male tecnicamente è un eufemismo. Non mi sbilancio sui calciatori perché hanno tutti le carte in regola per decidere una partita che si prospetta equilibrata.

Immobile è un attaccante che gioca di più con la squadra, capace maggiormente di svariare. Icardi invece si piazza lì e guai a chi lo sposta, anche se è poi letale a livello realizzativo: sui cross l’argentino è un fenomeno.




A me piace molto il Napoli come gioca, nonostante ci sia già una distanza in classifica importante credo che i partenopei siano la squadra ancora maggiormente in grado di mettere in crisi la Juventus, ancora più che l’Inter forse non ancora pronta per competere per il titolo. Anche contro la Roma, pur non avendo trovato la vittoria, il gioco dei partenopei mi ha convinto.

Sugli striscioni entrati nella curva della Juventus: ci sono personaggi che sanno bene cosa fare e sanno quello che vogliono, come sono organizzati loro ci vuole una contro-organizzazione in grado di mantenerli fuori dagli stadi. Certe tragedie dovrebbero essere intoccabili, ma alla fine non cambia mai nulla.






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.