di Alessandro DE CAROLIS

L’ex centrocampista biancazzurro Mark Bresciano ha appeso gli scarpini al chiodo nel 2015 dopo aver vestito le maglie di Empoli, Parma, Palermo e Lazio. Ora il suo futuro è ben lontano dal mondo del pallone. Tornato infatti in patria ha deciso di coltivare marijuana a scopo medicinale.




 “Non seguo più il calcio, rovinerebbe la mia giornata. Devo concentrare tutte le forze sul mio nuovo progetto: coltivare cannabis a scopo medicinale”.

Ho iniziato a lavorare con fratelli, cugini ed amici e costruiamo case. Mi sto inserendo anche nell’ambiente della cannabis medicinale. Insieme al mio collega sto prendendo la licenza per coltivare e produrre marijuana, è una lunga strada ma mi sto impegnando molto. Sto dando tutto me stesso per questo progetto. Abbiamo già scelto il sito dove costruire la serra per coltivare”. 




“In questo momento siamo solo in due a finanziare questo business, poi cercheremo altri investitori. E’ un progetto studiato perché è una novità in Australia, viaggiamo molto per carpire l’esperienza di chi lavora nel settore anche negli USA. Questo progetto mi dà lo stimolo per alzarmi tutti i giorni, è come se fossi rinato. Mi fa letteralmente godere questa idea, spero di far crescere l’azienda. Il nome è diverso dal mio, non voglio sfruttare il mio cognome. Il progetto partirà il prossimo anno verso marzo-aprile” 

“Mi piace la vita che faccio in Australia perché sono timido e riservato e qui in pochi mi riconoscono. Se dovessero farlo comunque mi lasciano in pace, in Italia invece il calcio è religione. Continuo a fare il tifo per le squadre con le quali ho giocato o per i miei vecchi compagni di squadra. La mattina mi alzo e guardo i risultati direttamente sul web. Cosa mi manca? Solo il pallone, non mi stancherò mai di giocarci” 






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.