di Giorgio BICOCCHI

Il Consiglio Generale della Società Sportiva Lazio, riunitosi martedì scorso all’interno dell’Hotel La Griffe di via Nazionale, a Roma, ha costituito un momento di bilancio sulla stagione sportiva e di comune riflessione sulle motivazioni alla base della decisione del Presidente Generale, Antonio Buccioni, di rassegnare le proprie dimissioni.




È stata ripercorsa la stagione sportiva 2017-2018 che ha visto il Sodalizio – nel solco dell’insegnamento dei Fondatori – ampliare il numero di atleti e la varietà di discipline praticate (da ultimo sono state ammesse le Sezioni Tae Kvon Fo e Krav Maga mentre Gianni Barberi ha rilevato la presidenza della Sezione Darts), nonché conseguire titoli nazionali e internazionali nelle diverse categorie.




Al contempo il Presidente Generale ha voluto sottolineare come la propria decisione di rimettere il mandato nascesse dalle constatate difficoltà ad operare in un contesto di reale sinergia con le Istituzioni e quindi a dispiegare tutte le sue potenzialità di crescita umana e sportiva di atleti, tecnici e dirigenti biancocelesti.

In esito ad un ampio e approfondito dibattito, il Consiglio Generale ha respinto le dimissioni del Presidente Generale Buccioni. Questi, nel ringraziare e riservandosi le opportune valutazioni, ha designato il Vice Presidente Vicario, Eichberg, e il Segretario Generale, Franze’, a promuovere e coordinare gli “Stati Generali della Società Sportiva Lazio” da tenersi nel mese di ottobre, momento in cui tutte le componenti del mondo biancoceleste possano sviscerare le problematiche e delineare un percorso di crescita comune del movimento.






LASCIA UN COMMENTO

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.