di Stefano BELLI

Riza Durmisi è il sesto calciatore danese nella storia della Lazio. Il primo dopo Michael Laudrup, stella degli anni Ottanta, e la comparsata di Christian Keller, 7 presenze nella stagione 2005/06 per lui.




Il primo calciatore di origini danesi ad aver militato nella Prima Squadra della Capitale è stato John Hansen: l’attaccante classe 1924 ha vestito la maglia biancoceleste in una sola stagione, la 1954/55, realizzando 15 reti in 27 presenze.

Due stagioni più tardi era stata la volta di Karl Aage Praest, anche lui di ruolo centravanti, che però ebbe meno fortuna e venne impiegato in sole 7 circostanze.




Terzo in ordine temporale Kurt Christensen, centrocampista soprannominato Flipper, che riuscì a marcare 3 volte nei 20 gettoni collezionati nel 1964/65.

Il primo danese a disputare più di una stagione con l’Aquila sul petto è stato Michael Laudrup, clessa 1964 che, proprio come il neo acquisto Durmisi, poteva vantare nel curriculum una militanza nel Brøndby prima di sbarcare nella Capitale. Reti 9, presenze 60: questo lo storico dell’ex numero 10.

Con un doppio salto ci si catapulta nel nuovo millennio. Il primo danese dal 2000 ad oggi è stato Christian Keller, a Formello nella stagione 2005/06, nella quale mise insieme 7 presenze.




Oggi, il danese della Lazio è Durmisi, che di anni ne ha 24, arriva dal Real Betis di Siviglia ed è pronto a mettere la sua corsa alla corsia mancina a disposizione di mister Inzaghi.






LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.