di Alessandro DE CAROLIS 

L’Olimpico torna ad ospitare l’evento di tutti i laziali di ogni generazione: Di Padre in Figlio, edizione 2018. Un programma ricco di emozioni e ricordi all’insegna della storia biancazzurra. La manifestazione, presentata da Pino Insegno e Manila Nazzaro, inizierà alle ore 19:30. Ecco il live della serata.

19:40: Inizia la sfilata della Polisportiva con le sue sezioni, ognuna orgogliosamente con il proprio stendardo.

19:45: Vengono presentate le formazioni della sfida “women” tra Lazio e Bari. La partita si svolge in contemporanea alla sfilata della Polisportiva sulla pista di atletica dell’Olimpico.

20:10: Termina il primo tempo di Lazio-Bari “Women” col risultato di 0-0.

20:28: Finisce la partita tra Lazio e Bari “Women”, un pareggio a reti inviolate che chiude la prima parte della serata Di Padre In Figlio. A breve è previsto l’atterraggio dei paracadutisti.

20:40/20:45: Ecco lo spettacolo offerto dai paracadutisti biancazzurri con l’atterraggio in campo in stile della Folgore del 2 giugno. Dopo i primi splendidi tre lanci, Lino Della Corte atterra al proprio al centro dell’Olimpico con una mega bandiera raffigurante le immagini di Vincenzo Paparelli e Gabriele Sandri,  poi esposta in campo tra le note di “Giardini di Marzo”. Eccezionale.

20:53: Volo di Olympia per onorare il simbolo della Lazio: l’aquila, emblema dell’impero romano. Un momento di grande lazialità. Brividi forti in ogni singolo battito d’ali del rapace, che vola dove gli altri non osano arrivare per poi tornare tra le braccia di Juan Bernabè.

21:00: Momento musicale con canzoni romane e le melodie di Aldo Donati. In ricordo del cantautore biancazzurro, sempre nei cuori di ogni laziale, la moglie Velia, in compagnia delle due figlie, ha intonato “Sò già due ore” con il controcanto della Curva Nord.

21:25: Interviene Francesco Pannofino, attore e doppiatore, ma anche grande tifoso laziale. La sua comicità è pari solo al suo grande amore per la Lazio.

21:35: Si entra nel vivo della serata. In attesa del match tra le vecchie glorie della Lazio e del West Ham, viene proposto l’inno della squadra inglese e la bandiera con i due simboli uniti a dimostrazione di un forte e storico gemellaggio. Prima delle formazioni ufficiali, emozioni uniche con Riccardo Cucchi e la replica della cronaca radiofonica dello scudetto 1999/2000.

21:40: entrata ad effetto per ogni singolo giocatore della Lazio, con tanto di presentazione e video di sottofondo commentati brevemente da Cucchi. Tanti personaggi del passato più o meno recente che hanno fatto la storia nella prima squadra della capitale. Peruzzi, Pancaro, Wilson, Zauri, Giannichedda, Oddi, Fiore, Ledesma, Giordano, Rocchi, Signori.

22:00: inizia la partita delle leggende tra Lazio e West Ham tra cori e sventolii di bandiere in Curva Nord ed in Tribuna Tevere.

22:30: Fine primo tempo Lazio-West Ham, 2-1 per i biancazzurri con reti di Rocchi e Tare. Inglesi che accorciano le distanze poco prima dell’intervallo.

22:35: nell’intervallo intervengono il Presidente della Lazio, Claudio Lotito, Simone Inzaghi e Marco Parolo. Standing ovation per il tecnico piacentino. Con un video sui maxischermi Fabrizio “Diabolik” incita tutti i laziali a stare ancor più vicino alla squaldra nella prossima stagione. Guido De Angelis annuncia la proiezione dei successsivi: il primo in ricordo del Maestro Tommaso Maestrelli, il secondo proietta le immagine delle più belle coerografie degli Irriducibili.

22:52: Inizia il secondo tempo della partita. In un tourbillon di cambi, Pino Wilson ringrazia al microfono tutti quelli che hanno organizzato e presenziato l’evento. A metà ripresa è prevista una sorpresa targata 1915, poi preannunciata dallo striscione “Lazio 1915 Campione d’Italia” esposto dal Sodalizio.

23:00: Il Silenzio suonato dal trombettista del Comitato Consumatori Lazio commuove tutto lo stadio e fa da preludio all’entrata  in campo di una rappresentativa della Lazio del 1915. Il tricolore campeggia sulle magliette dell’epoca. La presentazione di quella squadra eroica avviene tramite un video, le parole di Pino Insegno ed il commento di Guido De Angelis. Per una volta, simbolicamente, Gian Luca Mignogna fa l’allenatore, Pasquale Trane il vice e Mons. Contili il padre spirituale di quegli eroi caduti nella Grande Guerra. Tra gli altri, in campo Emiliano Foglia, Umberto Di Venanzi e Matteo Insegno.

23:21: finisce 2-2 la partita delle leggende tra Lazio e West Ham. Tanti nomi illustri della storia biancazzurra a cornice di una serata da veri laziali. Foto, cori ed applausi calano il sipario.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.