Eraldo Pecci è intervenuto sugli 88.100 di Elle Radio nella trasmissione Laziali On Air:




Che momento tecnico sta attraversando la Lazio?I biancazzurri sono molto competitivi, è una squadra che ha lavorato molto bene e credo che resti in corsa per la Champions, che sarebbe un risultato eccellente. Purtroppo gli errori arbitrali si verificano tutti gli anni, e il bilancio finale dice che i vantaggi ce li hanno sempre i soliti, le grandi squadre da sempre hanno un occhio di riguardo. Non parlerei di malafede ma è un atteggiamento che c’è sempre stato, eviterei l’utilizzo di mezzi meccanici, l’errore c’è sempre stato e va valutato.




Il gol di Immobile ha fatto il giro del mondo…E’ un ragazzo positivo, non fa mai polemica, un giocatore straordinario. E’ in un anno in cui, se aprisse una fabbrica di cappelli, inizierebbe a girare la gente con due teste, ma un pizzico di fortuna è sempre necessario per fare grandi cose. E Immobile le sta facendo e merita pienamente questi successi, così come giocatori come Luis Alberto e Milinkovic-Savic.




Nella corsa Champions chi potrà spuntarla?Io credo che il Milan non sia della partita, ha perso troppo terreno inizialmente, poi i valori veri tornano e non vedo i rossoneri all’altezza per i primi quattro posti. L’Inter in questo momento fa fatica, ma è organizzata, contro Napoli e Juventus ha fatto grandi partite di contenimento ma quando deve fare la partita va più in difficoltà. Vedo ancora le due romane favorite per terzo e quarto posto.




Che partita ti aspetti per Lazio-Bologna di domenica?Tra le squadre che seguo con affetto il Bologna è quella che mi regala meno emozioni quest’anno perché non ha un obiettivo, al sicuro dalla retrocessione ma senza velleità europee. Si trova un po’ in quel limbo della Serie A che riguarda un pugno di squadre che aspettano praticamente già la fine della stagione.






LASCIA UN COMMENTO

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.