Inter-Lazio 0-0, le statistiche del match: si chiude con un pareggio l’anno solare della S.S. Lazio. Determinazione ed umiltà hanno permesso ai biancazzurri di ottenere l’ultimo punto del 2017 migliorando ulteriormente il proprio record: in particolare, gli uomini di Mister Simone Inzaghi sono riusciti a conquistare ben 73 punti in 38 gare di campionato nel 2017. Analizzando il bottino ottenuto in questi dodici mesi, nessuna compagine laziale era mai riuscita a raccogliere un risultato simile.




Nessuna rete al Mezza nella serata di ieri, ma le emozioni non sono di certo mancate, come testimoniano le statistiche del match di Inter-Lazio. Come del resto, non sono mancate le occasioni da gol ai capitolini per portarsi in vantaggio: dando vita a 20 iniziative manovrate, la Lazio è riuscita a creare 9 occasioni da rete con ben 11 conclusioni, 6 delle quali hanno centrato lo specchio della porta nerazzurra difesa da Handanovic. Offensivamente, le azioni costruite dagli uomini di Simone Inzaghi sono state 22: sulla corsia di sinistra ne sono state sviluppate 11, centralmente 2 ed infine 9 sulla catena di destra.

Ad aver inciso sulla produttività offensiva, nella mezz’ora finale, sono state le variazioni tattiche apportate dal tecnico biancazzurro per sbloccare il match: Lukaku è subentrato a Lulic alzando, sulla sinistra, il baricentro della manovra capitolina. Il numero 5 della Prima Squadra della Capitale è stato più libero d’offendere nella metà campo nerazzurra rispetto al Capitano che, fino al momento della sostituzione, aveva alternato discese d’attacco e coperture difensive su Candreva. Gli ingressi in campo di Felipe Anderson e Nani, inoltre, hanno variato la fisionomia della squadra: il brasiliano, infatti, si è piazzato alle spalle del portoghese e di Immobile creando svariati problemi alla retroguardia milanese. 




Nonostante la grande mole di gioco prodotta dai biancazzurri, il risultato non si è sbloccato e la gara di ieri si è conclusa a reti inviolate: in campionato, Inter e Lazio non pareggiavano per 0-0 allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano da più di 13 anni: l’ultimo precedente simile, infatti, è datato 25 aprile 2004. Abbassando nuovamente la saracinesca sulla porta, i biancazzurri hanno ottenuto la terza clean sheet consecutiva: non è stata subita alcuna rete, infatti, contro il Crotone e l’Inter in campionato e non è stato subito alcun gol nei quarti di finale di Coppa Italia contro la Fiorentina. La Lazio non riusciva a chiudere una serie di tre gare a porta inviolata dal periodo a cavallo tra il 26 febbraio ed il 5 marzo scorso: nell’arco di quei sette giorni la Prima Squadra della Capitale superò in campionato l’Udinese ed il Bologna, rispettivamente per 1-0 e 0-2, e la Roma nella semifinale d’andata di Coppa Italia per 2-0. 




Al termine della partita di ieri, Felipe Anderson è stato eletto come il Most Valuable Player della sfida nelle statistiche del match di Inter-Lazio 0-0. Il brasiliano, nei 29 minuti di gioco disputati, ha partecipato a 4 azioni d’attacco portando a compimento 3 conclusioni. Nell’arco del match, inoltre, nessuno tra i calciatori in campo ha costruito più occasioni da gol del numero 10 (3). Analizzando le prestazioni individuali, emergono infine le prove condotte da Strakosha, Radu e Leiva. Il numero 1 biancazzurro, alla sua 50ª presenza con l’Aquila sul petto, ha salvato il risultato effettuando degli interventi a dir poco prodigiosi. Superlative anche le prestazioni di Radu e Leiva che, difensivamente, hanno arginato alla perfezione la manovra offensiva nerazzurra facendo registrare ben 8 intercetti a testa nell’arco della sfida: nessun calciatore in campo ieri è riuscito a far meglio dei due biancazzurri.

(Fonte: sslazio.it)



LASCIA UN COMMENTO

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.