Marco Ballotta è intervenuto sugli 88.100 di Elle Radio nella trasmissione Laziali On Air, condotta da Danilo Galdino e Fabio Belli:




Come hai visto la Lazio nell’ultimo mese?Qualche risultato è venuto meno ma ci sta nell’arco di un intero campionato, così come in calo è in questo momento l’Inter, soprattutto dal punto di vista offensivo. Credo comunque che la Lazio manterrà questo andamento e potrà lottare per un posto in Champions, al momento la vedo un passo indietro soltanto rispetto a Napoli e Juventus.




La Lazio potrà togliersi nell’anno nuovo le stesse soddisfazioni del 2017?E’ un discorso che dipende anche dalla società. Quest’anno è stata vinta una Coppa ma si cerca anche il salto di qualità per arrivare almeno tra le prime quattro. C’è ancora un gap che fa la differenza, un’offerta di gran livello economico per un giocatore potrebbe poi portare ad alzare l’asticella degli investimenti sul mercato.

Milinkovic-Savic vale le quotazioni di cui si è parlato nelle ultime settimane?Si comincia a parlare di valutazioni importanti, con 150 milioni si può costruire una squadra importantissima. A certe cifre, pur parlando di un campione, un sacrifico andrebbe fatto perché permetterebbe di rinforzare molto la squadra. Sarebbe bello se ci fossero due squadre interessate a Milinkovic-Savic, si scatenerebbe un’asta importante.




Come sarà la sfida tra Strakosha ed Handanovic?La differenza sta nel fatto che Handanovic è da anni una certezza e Strakosha ha iniziato da poco il suo percorso. Quello interista è un portiere maturo, il numero uno laziale sta facendo molto bene, ogni tanto commette qualche errore di gioventù che comunque ci può stare.

Come arriva l’Inter alla sfida della Lazio dopo le ultime sconfitte?Ci sta che dopo tre ko possa subentrare anche un pizzico di paura. Forse la Lazio potrebbe provare a sfruttare la mancanza di certezze dei nerazzurri, la squadra di Inzaghi è organizzata e sicura dei suoi mezzi, l’Inter in questo momento ha bisogno di un risultato per tornare a credere in sé stessa.




Sul confronto Icardi-Immobile:Al momento credo sia più importante Icardi per l’Inter che Immobile per la Lazio. I nerazzurri hanno meno alternative, buttano la palla in avanti e Icardi fa gol e tiene su la squadra. Nella Lazio si vede invece maggiormente il gioco corale, Immobile fa tanti gol ma sono in tanti a partecipare alla fase offensiva.




Quale squadra riuscirà ad arrivare fino in fondo al campionato?Non è facile, al momento l’Inter potrebbe sfruttare, nella fase cruciale della stagione, il vantaggio di non dover disputare le Coppe. Il Napoli al momento ha una rosa un po’ risicata rispetto alle tante partite da affrontare. La Juventus è abituata a giocare tante competizioni, ha un organico talmente importante che può reggere l’urto della fatica. La Roma è cresciuta e sono tutte squadre che possono contendersi grandi traguardi, in generale vedo ancora la Juventus un passo avanti rispetto alle altre.



LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.