Come riportato dal sito ansa.it, è morto oggi improvvisamente il collega Francesco Tamburro, da quasi 30 anni punto di riferimento della cronaca giudiziaria a Roma per l’agenzia ANSA. Francesco, 55 anni, era un cronista di razza e a lui facevano riferimento tutti i colleghi che si occupavano dei processi della procura e del tribunale della Capitale. Lascia la moglie e due figli. E un vuoto umano e professionale tra i colleghi, i magistrati e gli avvocati che avevano imparato a stimarlo e a volergli bene per i suoi modi gentili, la sua ironia e la sua grande professionalità. Sempre in prima linea in tutte le inchieste delicate e importanti in cui nel corso degli anni sono rimasti coinvolti imprenditori, politici, banchieri, terroristi: dal caso Moro a Mafia Capitale, passando per i processi scaturiti da Tangentopoli a quelli sulle nuove Br.

Anche la Lazio ha espresso il suo cordoglio sul sito ufficiale del club: “L’Ufficio Stampa della S.S. Lazio si unisce al cordoglio della famiglia Tamburro per la perdita del collega giornalista Francesco.” Tamburro era infatti tifoso laziale: la redazione di Laziostory.it si unisce al grande dolore della famiglia per la scomparsa di Francesco.

LASCIA UN COMMENTO