di Fabio BELLI

Pesante sconfitta per la Lazio all’Olimpico contro il Torino: un film già visto, fatto di errori arbitrali, di VAR e di reiterate proteste. Impossibile non concedere un rigore come quello negato a Immobile, poi espulso per un testa contro testa (che poi è una spalla) con Burdisso che cerca per primo il contatto. L’arbitro Giacomelli è solo l’ultimo protagonista in una lunga coda di polemiche che durerà ancora a lungo.

FORMAZIONI – Per l’ottava volta consecutiva, Simone Inzaghi si affida al blocco dei titolari già visto nelle precedenti partita dopo i molti infortuni patiti. La novità è la presenza in panchina di Wallace e Felipe Anderson, già visti in campo in Belgio in uno spezzone di partita giovedì scorso in Europa League. Nel Toro out Ljajic, c’è Berenguer a completare il tridente con Belotti e Iago Falque.

TORO PERICOLOSO – Nella prima metà del primo tempo granata pericolosi al 5′: Belotti trova un varco sulla destra in area e scarica una gran botta che colpisce il palo. Risponde la Lazio con una micidiale ripartenza di Immobile, col centravanti biancazzurro che indugia troppo al momento della conclusione. Insistono i granata al 19′ con una fucilata di Rincon che finisce di poco alta, ma è al 24′ che la squadra di Mihajlovic ha una grandissima chance per sbloccare il risultato: Iago Falque trova un corridoio sulla sinistra per Molinaro, che conclude in diagonale mandando il pallone a pochissimi centimetri a lato dalla porta difesa da Strakosha. La partita vive di rapidi capovolgimenti di fronte, col Toro capace di creare molti break a centrocampo lanciando in avanti le sue frecce, cosa che alla Lazio riesce con meno frequenza.

LUIS ALBERTO, CAPOLAVORO MANCATO – I granata insistono con un tentativo di Rincon al 29′ e un colpo di testa di Belotti al 31′ entrambi fuori misura. La Lazio cerca ripetutamente l’affondo con Marusic, Luis Alberto e Immobile, ma i centrali del Torino fanno sempre buona guardia. Al 34′ una punizione dal limite battuta da Milinkovic-Savic non inquadra la porta. Al 36′ su cross a centro area di Luis Alberto, Molinaro salva tutto proprio sul serbo, pronto al tap-in al volo all’altezza dell’area piccola. Al 41′ NKoulou tocca duro Luis Alberto e rimedia l’ammonizione: lo spagnolo tenta il nuovo capolavoro su punizione, ma Sirigu si distende e riesce a volare in angolo con una grande parata.

VERGOGNA GIACOMELLI & VAR – Quello che accade alla fine del primo tempo ha però dell’incredibile. C’è un netto tocco di mano di Iago Falque in area granata, braccio largo e traiettoria interrotta dopo che Immobile ha calciato il pallone. Giacomelli non vede e anzi il VAR viene chiamato per un testa contro testa tra Burdisso (che per primo cerca la testata sul giocatore laziale) e Immobile, che si becca il rosso diretto. Clamorosa decisione che fa infuriare calciatori e stadio e apre inevitabilmente un’altra pioggia di polemiche sul trattamento arbitrale ricevuto dalla Lazio nelle ultime partite. 3′ di recupero e tutti al riposo tra fischi assordanti.

BERENGUER E RINCON, IL TORO PASSA – Com’era prevedibile, nella ripresa il Toro passa con Berenguer e Rincon, due acuti da solista nelle maglie sin troppo larghe della difesa laziale. Il gol del vantaggio granata arriva appena prima delle sostituzioni di Inzaghi, che prova ad aggiustare la squadra col rientro di Felipe Anderson. La botta di Rincon però mette la partita sin troppo in salita.

SUPER LUIS ALBERTO, EDERA LA CHIUDE – Nonostante questo, lo spirito indomito della Lazio si vede anche in questa situazione impervia: Belotti perde un pallone che Luis Alberto recupera, puntano la porta e saltando Sirigu con un delizioso pallonetto. Ma la serata è storta sotto tutti i punti di vista, il neo entrato Edera, ex giovane della Primavera granata, piazza dal limite dell’area il pallone proprio dove Strakosha non può arrivare. E’ di fatto l’episodio che chiude in anticipo la partita, che proseguirà però ancora a lungo perché non si potrà ignorare quanto accaduto.

IL TABELLINO

TORINO-LAZIO 1-3

Marcatori: 54′ Berenguer (T), 64′ Rincon (T), 69′ Luis Alberto (L), 73′ Edera (T)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos (55′ Basta), de Vrij, Radu; Marusic (55′ Felipe Anderson), Parolo, Leiva (58′ Caicedo), Milinkovic, Lulic; Luis Alberto; Immobile. A disp. Vargic, Guerrieri, Patric, Wallace, Luiz Felipe, Murgia, Lukaku, Jordao, Palombi. All. Simone Inzaghi

TORINO (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Burdisso, Molinaro; Rincon (85′ Acquah), Valdifiori, Baselli (75′ Obi); Iago Falque (70′ Edera), Belotti, Berenguer. A disp. V. Milinkovic, Ichazo, Lyanco, Moretti, Barreca, Fiordaliso, Kone, Boye, De Luca.  All. Sinisa Mihajlovic

ARBITRO: Giacomelli (sez. Trieste).

Ass: Passeri-Crispo. IV: Chiffi. VAR: Di Bello. AVAR: Carbone.

NOTE. Ammoniti: 41′ N’Koulou (T) Espulsi: 45’+1′ Immobile (L) Recupero:2′ pt, 2’st

LASCIA UN COMMENTO

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.