Dopo aver ottenuto due punti nelle ultime tre gare, la Lazio si è imposta per 2-1 in rimonta sulla Sampdoria al Marassi di Genova. La squadra di Mister Inzaghi, infatti, ha reagito al momentaneo vantaggio siglato da Zapata ribaltando il match a proprio favore grazie alle marcature di Milinkovic e Caicedo. I capitolini hanno legittimato il successo gestendo il 54% del possesso palla ed arrivando a concludere ben 13 volte. Da questi tentativi sono scaturite 12 occasioni da gol per la formazione biancazzurra. In particolare, nessun calciatore ne ha create più di Ciro Immobile: il numero 17 della Prima Squadra della Capitale, oltre ad aver stabilito lo scatto più veloce del match (33,14 km/h), ha imbastito ben 3 azioni d’attacco.

Analizzando la disposizione tattica della compagine capitolina nel corso del match, emerge lo schieramento offensivo adottato da Simone Inzaghi nell’ultimo quarto d’ora di gioco. Gli innesti di Lukaku e Caicedo, a discapito di Leiva e Lulic, hanno portato diverse variazioni sul sistema di gioco: Parolo è subentrato in cabina di regia concedendo a Milinkovic una posizione leggermente più avanzata. Marusic e Lukaku hanno agito, come di consueto, sulle corsie esterne, mentre Luis Alberto ha spalleggiato il tandem Immobile-Caicedo. Complici anche quest’ultime modifiche tattiche, al termine della sfida la Lazio ha potuto vantare la produzione di 52 iniziative offensive: 21 di queste sono state sviluppate sulla destra, altrettante sulla sinistra e 10, invece, sono state proiettate centralmente. È pertanto evidente come i biancazzurri abbiano improntato la propria costruzione di gioco sulle corsie laterali.

Al termine della sfida, Sergej Milinkovic è stato eletto come il Most Valuable Player della sfida: oltre ad aver macinato 11,302 chilometri nell’arco della partita, il centrocampista laziale ha capitalizzato al meglio l’unica occasione da gol prodotta, pareggiando momentaneamente i conti all’80° minuto. Il centrocampista biancazzurro, inoltre, ha siglato il suo quinto centro stagionale.

La rete della vittoria, invece, porta la firma di Felipe Caicedo: il numero 20 laziale ha messo a segno il suo primo gol in Serie A dopo aver realizzato, con l’Aquila sul petto, due marcature in Europa League contro lo Zulte Waregem ed il Nizza. I due gol messi a segno nella vittoria di ieri, inoltre, hanno portato a 48 il bottino di reti raccolto finora, di cui tre da fuori area.

Raccogliendo i tre punti nella gara di ieri, la formazione allenata da Simone Inzaghi è riuscita a stabilire un primato statistico assoluto nella storia del club: mai fino ad oggi, infatti, la Lazio era riuscita a vincere entrambe le trasferte di Genova nella stessa edizione della Serie A. In quest’annata, invece, i biancazzurri sono riusciti a superare sia il Genoa che la Sampdoria al Ferraris. Non finisce qui. La Lazio finora ha vinto tutte le gare disputate lontano dallo Stadio Olimpico: giunti a questo punto della stagione, nessuna formazione biancazzurra era mai riuscita a trionfare in tutte le partite affrontate lontano dalle mura amiche.

LASCIA UN COMMENTO